LETTERATURA ITALIANA

Lettere LETTERATURA ITALIANA

0312600024
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA
LETTERE
2013/2014



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2008
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1260LEZIONE


Obiettivi
OBIETTIVI FORMATIVI

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
LO STUDENTE AL TERMINE DEL CORSO ARRIVERÀ AD AVER CONSEGUITO UNA PANORAMICA DELLE PRINCIPALI FASI DELLA LETTERATURA ITALIANA DALLE ORIGINI AL SETTECENTO E SARÀ IN GRADO DI COMPRENDERE GLI ELEMENTI DI CONTINUITÀ ED INNOVAZIONE NELLA STORIA DELLE IDEE.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZE E COMPRENSIONE:
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI UTILIZZARE LE DIVERSE METODOLOGIE DI ANALISI TEMATICA, STILISTICA E NARRATOLOGICA DEI TESTI.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI ELABORARE LE INFORMAZIONI IN SUO POSSESSO ED INDIVIDUARE COSÌ METODOLOGIE INTERPRETATIVE ADEGUATE, CHE GLI CONSENTANO DI FORMULARE GIUDIZI PERTINENTI.

ABILITÀ COMUNICATIVE:
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI RELAZIONARE SULL’INTRECCIO DEI FATTORI MATERIALI E CULTURALI INERENTI LO SVILUPPO E LE PROBLEMATICHE SOCIO-STORICHE RIGUARDANTI I DIVERSI TEMPI E AUTORI DELLA LETTERATURA ITALIANA.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO:
LO STUDENTE VERRÀ MESSO IN GRADO DI CONDURRE IN MANIERA AUTONOMA LO STUDIO DELL’OGGETTO LETTERARIO, TRAMITE RICERCHE E CONSULTAZIONI BIBLIOGRAFICHE, ANCHE SULLA BASE DI CONSIGLI MIRATI, FORNITI DURANTE LE LEZIONI.

Prerequisiti
AUSPICABILE UNA ELEMENTARE CONOSCENZA DI PERIODI ED AUTORI DELLA LETTERATURA ITALIANA COSÌ COME PREVISTA DAI PROGRAMMI DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE.
Contenuti
FRANCESCO D’ASSISI, IL CANTICO DI FRATE SOLE
GIACOMO DA LENTINI, AMOR È UN DESIO CHE VEN DA CORE
STEFANO PROTONOTARO, PIR MEU CORI ALLIGRARI
GUITTONE D’AREZZO, AHI LASSO, OR È STAGION DE DOLER TANTO
BONAGIUNTA ORBICCIANI, VOI, CH’AVETE MUTATA LA MAINERA
G.GUINIZELLI, AL COR GENTIL REMPAIRA SEMPRE AMORE; IO VOGLIO DEL VER LA MIA DONNA LAUDARE; LO VOSTRO BEL SALUTO E ‘L GENTIL SGUARDO
G.CAVALCANTI, CHI È QUESTA CHE VEN, CH’OGN’OM LA MIRA; VOI CHE PER LI OCCHI MI PASSASTE IL CORE; TU M’HAI SÌ PIENA DI DOLOR LA MENTE
D.ALIGHIERI, DALLA VITA NUOVA: CAPITOLI III, V, X, XVIII, XIX; DALLE RIME: GUIDO, I’ VORREI CHE TU E LAPO ED IO
F.PETRARCA, DAI R.V.F.: I; III; XVI; XXXII; XXXV; L; XC; CXXVI; CXXVIII; CCCX.
G.BOCCACCIO, DAL DECAMERON: CORNICE, LA PESTE A FIRENZE; I,1; II,5; IV,5; V,8; V,9; VI,10;
L.ARIOSTO, DALL’ORLANDO FURIOSO: CANTO I (TUTTO); C. XXIII (OTTAVE 100-105; 110-122; 124-125; 128-136); C. XXXIV (OTTAVE 69-77; 80-86)
T.TASSO, DALLA GERUSALEMME LIBERATA: CANTO I (OTTAVE 1-5); C. II (OTTAVE 13-38)
N.MACHIAVELLI, DAL PRINCIPE: CAPITOLO VI, DE’ PRINCIPATI NUOVI CHE S’ACQUISTANO CON L’ARME PROPRIE E VIRTUOSAMENTE; CAPITOLO XV, DI QUELLE COSE PER LE QUALI LI UOMINI, E SPECIALMENTE I PRINCIPI, SONO LAUDATI O VITUPERATI; CAPITOLO XXVI, ESORTAZIONE A PIGLIARE LA ITALIA E LIBERARLA DALLE MANI DEI BARBARI; DALLE LETTERE: LETTERA A FRANCESCO VETTORI DEL 10 DICEMBRE 1513C.GOLDONI:LE DISGRAZIE DI UN POVERO ATTORE (ATTO I, SCENA IV);G.PARINI: DA IL GIORNO, LA VERGINE CUCCIA;V.ALFIERI: DA SAUL (ATTO V, SCENA III); DA MIRRA (ATTO V);DALLA DIVINA COMMEDIA:IF. V, X, XIII, XXVI; PG. III, XXVI, XXX; PD. III, XI, XVII, XXXIII.

Metodi Didattici
60 ORE DI LEZIONI FRONTALI
Verifica dell'apprendimento
ESAME ORALE
Testi
-MARIO PAZZAGLIA, LETTERATURA ITALIANA, BOLOGNA, ZANICHELLI, 1992 E SGG.
-UNA QUALUNQUE EDIZIONE COMMENTATA E INTEGRALE DELLA DIVINA COMMEDIA
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]