LINGUA LATINA

Lettere LINGUA LATINA

0312600041
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA
LETTERE
2013/2014



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2008
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
630LEZIONE
Obiettivi
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: GLI STUDENTI DOVRANNO DIMOSTRARE UNA CONOSCENZA APPROFONDITA DEGLI ARGOMENTI TRATTATI.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE: GLI STUDENTI DOVRANNO DIMOSTRARE CAPACITÀ DI COMPRENDERE CORRETTAMENTE E INTERPRETARE CORRENTEMENTE I TESTI IN PROGRAMMA, ED ESSERE IN GRADO DI ORIENTARSI E COMPRENDERE UN QUALSIASI TESTO SCRITTO IN LATINO. DOVRANNO IN PARTICOLARE CONOSCERE LE PECULIARITÀ DELLA LINGUA E DELLO STILE (SINTASSI DELLA PROPOSIZIONE E DEL PERIODO, ORDO VERBORUM, FIGURE RETORICHE) DEI TESTI IN PROGRAMMA, LA TRADIZIONE MANOSCRITTA E LE PRINCIPALI QUESTIONI ESEGETICHE.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO: DOVRANNO ESSERE INOLTRE IN GRADO DI FORMULARE GIUDIZI AUTONOMI SULLE PRINCIPALI QUESTIONI TESTUALI AFFRONTATE.
ABILITÀ COMUNICATIVA: GLI STUDENTI DOVRANNO ESSERE IN GRADO DI FORMULARE IL LORO GIUDIZIO IN FORMA APPROPRIATA E A VARI LIVELLI
CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: DOVRANNO INOLTRE MOSTRARE DI AVER APPRESO IL METODO LINGUISTICO E FILOLOGICO PARTENDO DALL'ESPERIENZA DIRETTA DELLA LETTURA DEI TESTI.
Prerequisiti
E' RICHIESTA UNA DISCRETA CONOSCENZA DELLA LETTERATURA E DELLA LINGUA LATINA, CHE DOVREBBE ESSERE DIMOSTRATA DAL SUPERAMENTO DI UN ESAME DI LETTERATURA LATINA NEL CORSO TRIENNALE IN LETTERE.
Contenuti
LA LINGUA DELLA PROSA E DELLA POESIA: LO STILE DI CICERONE E VIRGILIO CON LETTURA, TRADUZIONE E COMMENTO DELLA PRO CAELIO, DEL XII LIBRO DELL'ENEIDE, DELLE BUCOLICHE 1-2-3 E DEL CARME 68 DI CATULLO.
Metodi Didattici
ANALISI DEI TESTI CON LETTURE PARTECIPATE E APPROFONDIMENTI DEI SINGOLI E DI PICCOLI GRUPPI SUI VARI ARGOMENTI PROPOSTI. I FREQUENTANTI SARANNO CHIAMATI A COLLABORARE ATTIVAMENTE ALLO SVOLGIMENTO DELLE LEZIONI FRONTALI E CHI VORRÀ POTRÀ SVOLGERE RICERCHE INDIVIDUALI DI CUI SI TERRÀ CONTO AI FINI DELLA VALUTAZIONE.
Verifica dell'apprendimento
ESAME ORALE SUL PROGRAMMA DEL CORSO. SARANNO VERIFICATE LE COMPETENZE SULLA PARTE MONOGRAFICA, SVOLTA INSIEME AL DOCENTE, E SULLA PARTE DA PREPARARE INDIVIDUALMENTE.
ALLA FINE DEL CORSO GLI STUDENTI POTRANNO SVOLGERE UN SEMINARIO VOLONTARIO ORALE O SCRITTO SU UN ARGOMENTO ATTINENTE ALLE TEMATICHE DEL CORSO CHE DARÀ DIRITTO ALLA RIDUZIONE DEI PUNTI C2 E C3 DEL PROGRAMMA.
Testi
A)PROPEDEUTICA
1) A. TRAINA – G. BERNARDI PERINI, PROPEDEUTICA AL LATINO UNIVERSITARIO, (V ED.) BOLOGNA 1995: CAPP.1 (LA STORIA DEL LATINO: PP. 17-30); 2 (LA PRONUNZIA: PP. 47-68); 3 (LA QUANTITÀ E L’ACCENTO: PP. 75-113); 4 (PROBLEMI DI FONETICA: PP. 117-139); 5 (PROBLEMI DI MORFOLOGIA: PP. 147-193)
2) UNO A SCELTA FRA I SEGUENTI MANUALI DI METRICA:
- S. BOLDRINI, LA PROSODIA E LA METRICA DEI ROMANI, ROMA 1992;
- L. CECCARELLI, PROSODIA E METRICA LATINA CLASSICA CON CENNI DI METRICA GRECA, (II ED.) ROMA 2004;

B)PROSA: TESTO CRITICO: M. T. CICERONIS PRO MARCO CAELIO,
COMMENTO (UNO A SCELTA):
-CICERONE, IN DIFESA DI MARCO CELIO (PRO CAELIO), A CURA DI A. CAVARZERE, VENEZIA 1987;
-CICERO, PRO M. CAELIO ORATIO, EDITED WITH TEXT, INTRODUCTION, AND COMMENTARY BY R. G. AUSTIN, III ED., OXFORD 1960;
-CICERO, PRO MARCO CAELIO, EDITED BY A. R. DYCK, CAMBRIDGE 2013.


SAGGI:
- G. BOISSIER, CICERONE E I SUOI AMICI, INTRODUZIONE DI E. NARDUCCI, TRAD. E NOTE DI CARLO SAGGIO, MILANO 1988, PP. 191-232 (CELIO. LA GIOVENTÙ ROMANA AL TEMPO DI CESARE)
- E. NARDUCCI, CICERONE E LA GIOVENTÙ ROMANA, IN MODELLI ETICI E SOCIETÀ. UN’IDEA DI CICERONE, PISA 1989, PP. 189-225.

C)POESIA:
1) XII LIBRO DELL'ENEIDE:

TESTO CRITICO: P. VERGILIUS MARO, AENEIS, RECENSUIT G. B. CONTE, BEROLINI ET NOVI EBORACI 2009

COMMENTO (UNO A SCELTA:
A) VIRGILIO. L’UTOPIA E LA STORIA. IL LIBRO XII DELL’ENEIDE E ANTOLOGIA DELLE OPERE, A CURA DI A. TRAINA, TORINO, LOESCHER 1997, PP. 101-188.
B) VIRGIL, AENEID BOOK XII, EDITED BY R. TARRANT, CAMBRIDGE 2012.

SAGGI:
A. LA PENNA, L’IMPOSSIBILE GIUSTIFICAZIONE DELLA STORIA, ROMA- BARI 2005: CAPP. 27-35, PP. 399-473.
- A. TRAINA, TURNO, IN ENCICLOPEDIA VIRGILIANA, VOL. V, PP. 324-36;

2) VIRGILIO, BUCOLICHE 1, 2, 9.
TESTO CRITICO: P. VERGILIUS MARO, BUCOLICA, SILVIA OTTAVIANO (ED.), BERLIN/BOSTON 2013

COMMENTO: P. VIRGILIO MARONE, LE BUCOLICHE, INTRODUZIONE E COMMENTO DI ANDREA CUCCHIARELLI. TRADUZIONE DI A. TRAINA, ROMA 2012

3) CATULLO 68:

TESTO CRITICO: C. VALERII CATULLI CARMINA, RECOGNOVIT BREVIQUE ADNOTATIONE CRITICA INSTRUXIT R. A. B. MYNORS, OXONII 1958

COMMENTO: G. MAGGIALI, IL CARME 68 DI CATULLO, FAENZA 2009
Altre Informazioni
DURANTE IL CORSO VERRÀ DISTRIBUITO ULTERIORE MATERIALE DIDATTICO CHE, NEI LIMITI DEL POSSIBILE, SARÀ DISPONIBILE ANCHE NELLA PAGINA WEB DEL DOCENTE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]