PALEOGRAFIA LATINA

Lettere PALEOGRAFIA LATINA

0312600045
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA
LETTERE
2021/2022

ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2015
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
630LEZIONE
Obiettivi
L’INSEGNAMENTO SI PROPONE DI DELINEARE LE PRINCIPALI FASI DEL PROCESSO EVOLUTIVO DELLA SCRITTURA LATINA MANOSCRITTA (DALL’ETÀ ARCAICA ALLA DIFFUSIONE DELLA STAMPA); DI FORNIRE UN PANORAMA DEGLI AMBITI DI USO DELLA SCRITTURA (EPIGRAFICO, LIBRARIO, DOCUMENTARIO) CON RIFERIMENTO ALLE MODALITÀ DI PRODUZIONE DELLE RISPETTIVE TESTIMONIANZE, ALLE LORO CARATTERISTICHE FORMALI E CONTENUTISTICHE, ALLE LORO FUNZIONI.

CONOSCENZA E COMPRENSIONE
LO STUDENTE CONOSCERÀ:
- CARATTERISTICHE GENERALI E AMBITI DI PRODUZIONE E DI USO DELLE PRINCIPALI SCRITTURE UTILIZZATE NELL’OCCIDENTE LATINO
- ASPETTI GENERALI, MATERIALI E FORMALI, DEL LIBRO E DEL DOCUMENTO MANOSCRITTO.
- METODOLOGIE PROPRIE DELLA RICERCA PALEOGRAFICA E DIPLOMATISTICA.
LO STUDENTE COMPRENDERÀ LE PROBLEMATICHE LEGATE ALLA NATURA E ALLE FUNZIONI DELLE TESTIMONIANZE SCRITTE.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
- RICONOSCERE TIPOLOGIE GRAFICHE E RELATIVI AMBITI DI USO CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLE CARATTERISTICHE FORMALI DI LIBRI E DOCUMENTI.
- RICONOSCERE LE PRINCIPALI TIPOLOGIE LIBRARIE E DOCUMENTARIE NEI CONTESTI DI RIFERIMENTO.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI ANALIZZARE IN AUTONOMIA LE VARIE TIPOLOGIE DI TESTIMONIANZE MANOSCRITTE E DI ESPRIMERE VALUTAZIONI IN MERITO AI CONTESTI DI PRODUZIONE E DI USO.

ABILITÀ COMUNICATIVE
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI RAPPRESENTARE E COMUNICARE CORRETTAMENTE, UTILIZZANDO LE CATEGORIE CONCETTUALI PROPRIE DELLA DISCIPLINA, I RISULTATI DELLE ATTIVITÀ DI LETTURA E INTERPRETAZIONE DELLE TESTIMONIANZE ESAMINATE.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
-UTILIZZARE GLI STRUMENTI BIBLIOGRAFICI TRADIZIONALI E LE RISORSE INFORMATICHE;
-PROCEDERE ALL’AGGIORNAMENTO CONTINUO DELLE PROPRIE CONOSCENZE, UTILIZZANDO LA LETTERATURA TECNICA E SCIENTIFICA.



Prerequisiti
SI RICHIEDE UNA CONOSCENZA ALMENO ELEMENTARE DEL LATINO
Contenuti
IL CORSO È ARTICOLATO IN DUE MODULI:
I) CRITERI E TERMINOLOGIA DELL'ANALISI PALEOGRAFICA. MATERIE, STRUMENTI, TECNICHE. LA SCRITTURA LATINA IN ETÀ ARCAICA E IN ETÀ ROMANA. LIBRI E SCRITTURE DAL TARDO-ANTICO ALL'ALTO MEDIOEVO; NOTE SUL SISTEMA ABBREVIATIVO IN ETÀ ROMANA E MEDIEVALE. IL PARTICOLARISMO GRAFICO. SCRITTURA E CULTURA NEI SECOLI IX-XIV. IL LIBRO UNIVERSITARIO. IL LIBRO UMANISTICO LA RINASCITA DELL’ANTIQUA. SCRITTURE E LIBRI DI ETÀ MODERNA.

II) ELEMENTI DI DIPLOMATICA: PRINCIPI GENERALI E DEFINIZIONI. CENNI DI STORIA DELLA DIPLOMATICA. DOCUMENTO PUBBLICO E DOCUMENTO PRIVATO. CARATTERI ESTRINSECI E CARATTERI ESTRINSECI DEL DOCUMENTO MEDIEVALE. LE SCRITTURE DEI DOCUMENTI: CORSIVA ANTICA E CORSIVA NUOVA; LA BENEVENTANA DOCUMENTARIA. LA MINUSCOLA DIPLOMATICA. I SECOLI XIII-XIV: LA CANCELLERESCA LA MERCANTESCA, LA SEMIGOTICA DELLE CARTE.
Metodi Didattici
LE SINGOLE LEZIONI COMPRENDONO UNA PARTE TEORICA, DI INQUADRAMENTO STORICO E DI DESCRIZIONE DEI FENOMENI GRAFICI, E UNA PARTE PRATICO-ESERCITATIVA DURANTE LA QUALE VENGONO PRESENTATI AGLI STUDENTI ESEMPI IN FAC-SIMILE DELLE SCRITTURE DI VOLTA IN VOLTA ILLUSTRATE. ATTRAVERSO LA LETTURA GUIDATA DELLE TAVOLE SI PROCEDE AL RICONOSCIMENTO DELLE REALIZZAZIONI GRAFICHE E ALLA PUNTUALE INDIVIDUAZIONE DEGLI ASPETTI CHE LE CARATTERIZZANO. LA LEZIONE È COMUNQUE SEMPRE TESA A CREARE UN RAPPORTO DI INTERAZIONE CON LO STUDENTE CHE È INVITATO A INTERVENIRE CON DOMANDE E RICHIESTE DI CHIARIMENTI E A RIFLETTERE CRITICAMENTE SULLE DINAMICHE DEI PROCESSI EVOLUTIVI.
USO DEI PRINCIPALI REPERTORI DI RIFERIMENTO SU SUPPORTO TRADIZIONALE E DIGITALE; VISITE GUIDATE IN BIBLIOTECHE, IN CUI I PARTECIPANTI POTRANNO PRENDERE VISIONE DI MANOSCRITTI ORIGINALI E APPLICARE LE TEMATICHE TRATTATE A ESEMPI CONCRETI.
Verifica dell'apprendimento
LA VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO AVVERRÀ ATTRAVERSO UN ESAME ORALE VOLTO AD ACCERTARE LA CAPACITÀ DELLO STUDENTE DI RICONOSCERE GRAFICAMENTE, DATARE E CONTESTUALIZZARE GLI ESEMPI FACSIMILARI CHE GLI VERRANNO PRESENTATI E DI ORIENTARSI NELLA LORO LETTURA E INTERPRETAZIONE. LO STUDENTE DOVRÀ ESPORRE IN MODO CHIARO, CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO UTILIZZANDO LE CATEGORIE CONCETTUALI PROPRIE DELLA DISCIPLINA.
Testi
I MODULO
- P. CHERUBINI, LA SCRITTURA LATINA. STORIA, FORME E USI, CAROCCI, ROMA 2018
- A. PETRUCCI, PRIMA LEZIONE DI PALEOGRAFIA, LATERZA, ROMA, LATERZA, 2002.
II MODULO
- A. PRATESI, GENESI E FORME DEL DOCUMENTO MEDIEVALE, JOUVENCE, ROMA, 1999
- M. MANIACI, BREVE STORIA DEL LIBRO MANOSCRITTO, CAROCCI, ROMA, 2019.
Altre Informazioni
GLI STUDENTI DI LETTERE CLASSICHE SEGUIRANNO IL CORSO PER LE PRIME TRENTA ORE LIMITANDO LO STUDIO A QUANTO INDICATO PER IL I MODULO (30 ORE - 6 CFU) .

DURANTE IL CORSO VERRANNO DISTRIBUITI FAC-SIMILI DI SCRITTURE LIBRARIE E DOCUMENTARIE. SI CONSIGLIA LA FREQUENZA. SI RACCOMANDA LA CONOSCENZA DELLA STORIA MEDIEVALE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-10-21]