LINGUA SPAGNOLA I

Lingue e Culture Straniere LINGUA SPAGNOLA I

4312200005
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA
LINGUE E CULTURE STRANIERE
2013/2014

ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2009
ANNUALE
CFUOREATTIVITÀ
945LEZIONE


Obiettivi
1) CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE DEVE AVERE UNA BUONA CONOSCENZA GENERALE DEL FUNZIONAMENTO DELLA LINGUA SPAGNOLA; DEVE CONOSCERE SISTEMATICAMENTE I PRINCIPALI ASPETTI FONETICI, GRAMMATICALI, NOZIONALFUNZIONALI E LESSICALI E FORNIRE ESEMPI DI LINGUA TRATTI DALLA VITA QUOTIDIANA.
2) CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ SAPER USARE LA LINGUA SPAGNOLA NELLE SUE MANIFESTAZIONI QUOTIDIANE.
3) AUTONOMIA DI GIUDIZIO
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ SAPER RIFLETTERE CRITICAMENTE SUI MECCANISMI DI FUNZIONAMENTO DELLA LINGUA. DOVRÀ ANCHE SAPER RIFLETTERE CRITICAMENTE SULLE PROPRIE CREDENZE IMPLICITE RIGUARDO AL FUNZIONAMENTO E ALLA ACQUISIZIONE DELLE LINGUE.
4) ABILITÀ COMUNICATIVE
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ POSSEDERE LE ABILITÀ COMUNICATIVE DESCRITTE NEL LIVELLO B1 DEL QUADRO EUROPEO DI RIFERIMENTO PER LE LINGUE: DOVRÀ ESSERE IN GRADO DI COMPRENDERE I PUNTI ESSENZIALI DI MESSAGGI CHIARI IN LINGUA SPAGNOLA STANDARD SU ARGOMENTI FAMILIARI CHE AFFRONTA NORMALMENTE AL LAVORO, ALL'UNIVERSITÀ, NEL TEMPO LIBERO, ECC. SE LA DOVRÀ CAVARE IN MOLTE SITUAZIONI CHE SI POSSONO PRESENTARE VIAGGIANDO IN UNA REGIONE DOVE SI PARLA LA LINGUA SPAGNOLA. SAPRÀ PRODURRE TESTI SEMPLICI E COERENTI SU ARGOMENTI CHE GLI SIANO FAMILIARI O SIANO DI SUO INTERESSE. SARÀ IN GRADO DI ESPRIMERE ESPERIENZE O AVVENIMENTI, SOGNI, SPERANZE O AMBIZIONI, DI ESPORRE BREVEMENTE RAGIONI E DARE SPIEGAZIONI SU OPINIONI E PROGETTI.
5) CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE AVRÀ IMPARATO AD IMPARARE UNA LINGUA STRANIERA DIVENTANDO RESPONSABILE DEL PROPRIO PROCESSO FORMATIVO E SVILUPPANDO STRATEGIE IDONEE PER GESTIRE LE QUATTRO ABILITÀ LINGUISTICHE DI BASE.
Prerequisiti
REQUISITI
IL CORSO SI RIVOLGE A STUDENTI PRINCIPIANTI O CHE ABBIANO GIÀ UNA CONOSCENZA ELEMENTARE DELLA LINGUA SPAGNOLA.
SONO REQUISITI FONDAMENTALI:
A) UNA BUONA CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA;
B) UNA QUALCHE ESPERIENZA DI STUDIO DI ALMENO UNA LINGUA STRANIERA;
C) LA CONOSCENZA DELLA TERMINOLOGIA DI BASE DELL’ANALISI GRAMMATICALE;
D) LA CAPACITÀ DI LEGGERE E CONSULTARE GRAMMATICHE E DIZIONARI;
E) UNA CERTA FAMILIARITÀ CON GRAMMATICHE E DIZIONARI ITALIANI O DI UNA QUALSIASI LINGUA STRANIERA.
Contenuti
SISTEMATIZZAZIONE E PRATICA DEI PRINCIPALI ASPETTI FONETICI, GRAMMATICALI, NOZIONALFUNZIONALI E LESSICALI, CON ESEMPI DI LINGUA TRATTI DALLA VITA QUOTIDIANA. IL CORSO DEDICA UNA PARTICOLARE ATTENZIONE AGLI ASPETTI CONTRASTIVI E ALLE DIFFICOLTÀ CHE INCONTRANO ABITUALMENTE GLI ITALOFONI CHE STUDIANO LO SPAGNOLO.
IL CORSO È ARTICOLATO IN QUATTRO TIPI DI ATTIVITÀ STRETTAMENTE CORRELATE TRA LORO:
A) ANALISI SISTEMATICA DELLA LINGUA NEI SUOI ASPETTI FONETICI E INTONATIVI, MORFOSINTATTICI, NOZIONALFUNZIONALI E LESSICALI CON PARTICOLARE ATTENZIONE AI PROBLEMI CONTRASTIVI ITALIANO-SPAGNOLO;
B) STUDIO ASSISTITO CON UN MANUALE ED ESPRESSIONE ORALE;
C) COMPRENSIONE DELLA LINGUA SCRITTA ED ESPRESSIONE SCRITTA;
D) COMPRENSIONE D’ASCOLTO.
QUESTE AREE SONO STATE PROGRAMMATE GLOBALMENTE E NON SONO ALTERNATIVE. CIASCUNA DI ESSE PRESUPPONE IL LAVORO SVOLTO NELLE ALTRE.
Metodi Didattici
IL CORSO ISTITUZIONALE SARÀ ORGANIZZATO IN DUE PARTI: A) GRAMMATICA E AVVIAMENTO ALLA RIFLESSIONE SUL FUNZIONAMENTO DELLA LINGUA; B) APPLICAZIONE PRATICA DELLA PARTE A).
IL MODULO A) SI SVOLGE CON LEZIONI FRONTALI IN AULA (IMPEGNO PER LO STUDENTE DI CIRCA 40 ORE). PER LO STUDIO PRATICO DELLA LINGUA SONO PREVISTE 80 ORE DI ESERCITAZIONI E 40 ORE DI ATTIVITÀ DI AUTOAPPRENDIMENTO GUIDATO DALLA CATTEDRA.
Verifica dell'apprendimento
È DETERMINANTE LA FREQUENZA AL CORSO E ALLE ESERCITAZIONI. GLI STUDENTI CHE NON POSSONO FREQUENTARE LE LEZIONI PER SERI MOTIVI DOVRANNO CONCORDARE CON IL DOCENTE ATTIVITÀ DIDATTICHE INTEGRATIVE.

LINGUA DI INSEGNAMENTO
ITALIANO NELLE PRIME LEZIONI ED ESERCITAZIONI. IL RESTO DEL CORSO E DELLE ESERCITAZIONI SI TERRANNO IN LINGUA SPAGNOLA.
Testi
AA. VV., GENTE 1 + GENTE 2, LIBRO DEL ALUMNO E CUADERNO DE ACTIVIDADES, BARCELLONA, DIFUSIÓN, ULTIMA ED.
GARCÍA DE CORTÁZAR F., HISTORIA DE ESPAÑA PARA DUMMIES, BARCELONA, CENTRO LIBROS PAPF, 2010.
AA.VV, EN OTRAS PALABRAS. VOCABULARIO EN CONTEXTO, MADRID, EDINUMEN, ULTIMA EDIZIONE.
CENTRO VIRTUAL CERVANTES: CATÁLOGO DE VOCES HISPÁNICAS:
HTTP://CVC.CERVANTES.ES/LENGUA/VOCES_HISPANICAS/DEFAULT.HTM.

GRAMMATICHE DI CONSULTAZIONE PER APPROFONDIMENTI:
M. CARRERA DÍAZ, GRAMMATICA SPAGNOLA, BARI, LATERZA, ULTIMA ED.
F. MATTE BON, GRAMÁTICA COMUNICATIVA DEL ESPAÑOL, MADRID, EDELSA, ULTIMA ED.

GRAMMATICA PER GLI STUDENTI CHE NON FREQUENTANO CON REGOLARITÀ
AA.VV. GRAMÁTICA BÁSICA DEL ESTUDIANTE DE ESPAÑOL, BARCELONA, DIFUSIÓN, ULTIMA ED. (VERSIONE ITALIANA).

Altre Informazioni
GLI STUDENTI CHE DESIDERINO SOSTENERE UN'UNICA ANNUALITÀ DI LINGUA SPAGNOLA COME TERZA LINGUA DEVONO FARE RIFERIMENTO AL PROGRAMMA DI LINGUA SPAGNOLA ANNUALE.
SI SUGGERISCE AGLI STUDENTI CHE VOGLIANO ARRICCHIRE LE PROPRIE COMPETENZE LINGUISTICHE DI UTILIZZARE I MATERIALI SPAGNOLI PRESENTI NELL’AULA DI AUTOAPPRENDIMENTO DEL CLA E DI LEGGERE ALCUNI RACCONTI IN LINGUA SPAGNOLA TRA QUELLI CHE IL DOCENTE SUGGERIRÀ ALL’INIZIO DEL CORSO.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]