LETTERATURA ITALIANA

Lingue e Culture Straniere LETTERATURA ITALIANA

4312200017
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA
LINGUE E CULTURE STRANIERE
2013/2014

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2009
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1LETTERATURA ITALIANA
954LEZIONE
2LETTERATURA ITALIANA LABORATORIO
312LABORATORIO


Obiettivi
IL CORSO È ARTICOLATO SU DUE FRONTI COMPLEMENTARI: IL PRIMO HA LO SCOPO DI FAR ACQUISIRE ALLO STUDENTE UNA CONOSCENZA APPROFONDITA DELLA STORIA LETTERARIA ITALIANA ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SUE OPERE E DEI SUOI AUTORI PIÙ SIGNIFICATIVI; IL SECONDO È COSTITUITO DA UN “LABORATORIO DI ITALIANO” CHE CONSISTE IN ESERCITAZIONI, CONDOTTE DAGLI STUDENTI SOTTO LA GUIDA E LA SUPERVISIONE DEL DOCENTE, DI ANALISI E DI RIPRODUZIONE (ORALE E/O SCRITTA) DI VARIE TIPOLOGIE TESTUALI. I TESTI PRESI IN ESAME SARANNO SIA DI CARATTERE LETTERARIO, SCELTI PREFERIBILMENTE TRA QUELLI OGGETTO DELLE LEZIONI, SIA DI USO COMUNE E GENERALE (LETTERA, DESCRIZIONE, RIASSUNTO, SINTESI, RELAZIONE, ECC.), SIA DI CARATTERE SPECIALISTICO (SAGGIO, CRONACA, RECENSIONE, ANALISI, PARAFRASI, COMMENTO, BIBLIOGRAFIA, ECC.). LE FINALITÀ DEL “LABORATORIO” SONO IL CONSOLIDAMENTO DELLE COMPETENZE LINGUISTICHE DEGLI STUDENTI (SOTTO I VARI ASPETTI DELLA MORFOLOGIA, DELLA SINTASSI E DEL LESSICO) E LA CONOSCENZA DEI MOLTEPLICI CONTESTI, DEGLI SCOPI, DELLE STRATEGIE E DELLE TECNICHE RETORICO-STILISTICHE DELLA COMUNICAZIONE VERBALE.

- CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
BUONA CONOSCENZA DELLA STORIA LETTERARIA ITALIANA ATTRAVERSO LA LETTURA DELLE OPERE DEI SUOI AUTORI PIÙ IMPORTANTI, NONCHÉ DEI PRINCIPALI METODI E STRUMENTI PER IL SUO STUDIO (BIBLIOGRAFIE, CATALOGHI, INDICI, BANCHE DATI, ECC.); CAPACITÀ DI COMPRENDERE I TESTI LETTERARI IN PROSA E IN VERSI APPARTENENTI A EPOCHE DIVERSE DELLA STORIA LETTERARIA ITALIANA.

- CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
CAPACITÀ DI COGLIERE I MOLTEPLICI FATTORI (STORICI, SOCIALI, CULTURALI, RETORICI, ECC.) CHE INFLUENZANO LA FORMAZIONE DEGLI AUTORI E NE CONDIZIONANO LA PRODUZIONE LETTERARIA; CAPACITÀ DI ANALIZZARE IL TESTO LETTERARIO SOTTO IL PROFILO STORICO, TEMATICO, FILOLOGICO, RETORICO, METRICO, LINGUISTICO E STILISTICO; CAPACITÀ DI ORGANIZZARE UNA ELEMENTARE RICERCA BIBLIOGRAFICA SU UNO SPECIFICO TEMA STORICO-LETTERARIO.

- AUTONOMIA DI GIUDIZIO
CAPACITÀ DI INTERPRETARE CRITICAMENTE I TESTI DELLA TRADIZIONE LETTERARIA ITALIANA E DI UTILIZZARE IN MODO APPROPRIATO GLI STRUMENTI PER ANALIZZARLI, VAGLIANDONE DI VOLTA IN VOLTA LA DIVERSA UTILITÀ ED EFFICACIA AL FINE DELLE PROPRIE RICERCHE.

- ABILITÀ COMUNICATIVE
CAPACITÀ DI RIFERIRE IN FORMA CORRETTA, COERENTE E ARTICOLATA FATTI, CONCETTI, PROBLEMI, INTERPRETAZIONI E OPINIONI PROPRIE E ALTRUI.

- CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
CAPACITÀ DI AMPLIARE LE CONOSCENZE STORICO-LETTERARIE ACQUISITE ATTRAVERSO OPPORTUNI COLLEGAMENTI CON LE ALTRE LETTERATURE EUROPEE E CON LE DISCIPLINE STORICHE DEL CORSO DI STUDIO.

Prerequisiti
CONOSCENZE STORICO-LETTERARIE ACQUISITE NELLA SCUOLA SUPERIORE. ELEMENTARI CAPACITÀ DI ANALISI E DI SINTESI DI UN TESTO LETTERARIO E NON LETTERARIO.

Contenuti
PERCORSI NELLA STORIA LETTERARIA ITALIANA DELL’OTTOCENTO E NELLA POESIA DEL PRIMO NOVECENTO CON UNA PREMESSA SULLA FONDAZIONE DEI PARADIGMI LETTERARI, LINGUISTICI E IDEOLOGICI DELLA TRADIZIONE ITALIANA.
LETTURA, ANALISI E COMMENTO DI TESTI IN VERSI E IN PROSA RAPPRESENTATIVI DEI SEGUENTI AUTORI CHE SARANNO OGGETTO DI STUDIO: FOSCOLO, MANZONI, LEOPARDI, CARDUCCI, VERGA, D’ANNUNZIO, PASCOLI, GOZZANO, CORAZZINI, PALAZZESCHI, SABA, UNGARETTI, MONTALE.
LETTURA INTEGRALE, ANALISI E COMMENTO DEI SEGUENTI ROMANZI:
VERGA, I MALAVOGLIA O MASTRO-DON GESUALDO;
D’ANNUNZIO, IL PIACERE.
ELEMENTI DI FILOLOGIA, DI METRICA, DI RETORICA E DI NARRATOLOGIA.



Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, SEMINARI, ESERCITAZIONI, LABORATORIO.

Verifica dell'apprendimento
ESAME FINALE ORALE.
L’ESAME FINALE È COSTITUITO DA UN COLLOQUIO VOLTO AD ACCERTARE LA CONOSCENZA DA PARTE DELLO STUDENTE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI. NELLA VALUTAZIONE SI TERRÀ CONTO, OLTRE CHE DELLA CONOSCENZA DEI CONTENUTI, DEI SEGUENTI ASPETTI: A) PERTINENZA DELLE RISPOSTE; B) CAPACITÀ DI SVILUPPARE IL DISCORSO IN MANIERA AUTONOMA, ADEGUATAMENTE ARGOMENTATA E CRITICAMENTE ARTICOLATA; C) PROPRIETÀ E VARIETÀ DEL LINGUAGGIO USATO; D) PADRONANZA DEGLI STRUMENTI DI BASE DELL’ANALISI DEL TESTO LETTERARIO.

Testi
PER LO STUDIO DELLA STORIA LETTERARIA E PER LE LETTURE ANTOLOGICHE SI CONSIGLIANO I VOLUMI RELATIVI AL PERIODO IN ESAME DEI SEGUENTI MANUALI (A SCELTA):
-M. SANTAGATA, L. CAROTTI, A. CASADEI, M. TAVONI, IL FILO ROSSO. ANTOLOGIA E STORIA DELLA LETTERATURA ITALIANA ED EUROPEA, BARI, LATERZA, 2006;
-G. BALDI, S. GIUSSO, M. RAZETTI, TESTI E STORIA DELLA LETTERATURA, TORINO, PARAVIA, 2011;
-R. LUPERINI, P. CATALDI, L. MARCHIANI, F. MARCHESE, IL NUOVO LA SCRITTURA E L’INTERPRETAZIONE (EDIZ. ROSSA), PALERMO, PALUMBO, 2011.
PER LE QUESTIONI DI METRICA E RETORICA SI CONSIGLIANO:
- P. G. BELTRAMI, GLI STRUMENTI DELLA POESIA, BOLOGNA, IL MULINO, 2002;
- B. MORTARA GARAVELLI, MANUALE DI RETORICA, MILANO, BOMPIANI, 2002.

ULTERIORI INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE SARANNO FORNITE NEL CORSO DELLE LEZIONI.
Altre Informazioni
DURANTE LE PRIME LEZIONI SARÀ ILLUSTRATO IL PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO CHE COMPRENDERÀ ANCHE L’ELENCO DEI BRANI ANTOLOGICI.
LA FREQUENZA È VIVAMENTE CONSIGLIATA.
GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI SONO INVITATI A CONCORDARE IL PROGRAMMA CON LA DOCENTE.


  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]