LINGUA SPAGNOLA II

Lingue e Culture Straniere LINGUA SPAGNOLA II

4312200022
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA
LINGUE E CULTURE STRANIERE
2013/2014

ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2009
ANNUALE
CFUOREATTIVITÀ
945LEZIONE
Obiettivi
OBIETTIVI FORMATIVI DEL CORSO
L’INSEGNAMENTO SI PROPONE DI PORTARE GLI STUDENTI A CONSOLIDARE E APPROFONDIRE LE ABILITÀ COMUNICATIVE GIÀ ACQUISITE PER COMPRENDERE DISCORSI QUOTIDIANI, MEDIATICI E ACCADEMICI E PER ESPRIMERSI CORRETTAMENTE ED EFFICACEMENTE IN LINGUA SPAGNOLA. IL CORSO MIRA A SVILUPPARE NEGLI STUDENTI LA CAPACITÀ DI RIFLETTERE CRITICAMENTE SUI FATTORI COGNITIVI E SOCIOCULTURALI CHE MOTIVANO I FENOMENI LINGUISTICO-DISCORSIVI PIÙ FREQUENTI, CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALL'ESPOSIZIONE E ALL'ARGOMENTAZIONE.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ ESSERE IN GRADO DI RICONOSCERE I FATTORI COGNITIVI E SOCIOCULTURALI CHE MODELLANO I FENOMENI LINGUISTICO-DISCORSIVI PROPRI DI DIVERSE TIPOLOGIE DI DISCORSO. LO STUDENTE DOVRÀ ACQUISIRE UNA CONOSCENZA GENERALE DELLE TENDENZE PIÙ IMPORTANTI NELL’ANALISI DELLA LINGUA SPAGNOLA E DEI CONCETTI BASILARI DELLA PRAGMATICA E DELL’ANALISI DEL DISCORSO.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ SAPER COMPRENDERE E INTERPRETARE ADEGUATAMENTE DISCORSI IN LINGUA SPAGNOLA PROPRI DI VARI AMBITI, TRA CUI L’ACCADEMICO, IN SITUAZIONI COMUNICATIVE ANCHE SPECIFICHE (MA NON TECNICHE), ANALIZZARE TESTI DI CARATTERE NON SPECIALISTICO (PER LO PIÙ LETTERARI E GIORNALISTICI), CAPIRE TESTI ORALI AUTENTICI (RADIO, TELEVISIONE, CINEMA), ESPRIMERSI CON PROPRIETÀ ORALMENTE E PER ISCRITTO SU ARGOMENTI NON SPECIALISTICI E DI APPLICARE LA METODOLOGIA ACQUISITA ANCHE AD ALTRE DISCIPLINE DEL PERCORSO DI STUDI.
DEVE SAPER CONSULTARE I PRINCIPALI STRUMENTI DI STUDIO DISPONIBILI PER LA LINGUA SPAGNOLA (GRAMMATICHE E DIZIONARI).

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ SAPER RIFLETTERE CRITICAMENTE SUI FENOMENI DISCORSIVI IN QUANTO PROCESSI COGNITIVI E PRATICHE SOCIALI.

ABILITÀ COMUNICATIVE
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ POSSEDERE LE ABILITÀ COMUNICATIVE DESCRITTE NEL LIVELLO B2 DEL QUADRO EUROPEO DI RIFERIMENTO PER LE LINGUE: DOVRÀ ESSERE IN GRADO DI COMPRENDERE MESSAGGI COMPLESSI IN LINGUA SPAGNOLA STANDARD SU ARGOMENTI CONOSCIUTI, SEGUIRE AGEVOLMENTE PROGRAMMI DI TELEVISIONE O FILM, SEGUIRE E PARTECIPARE A DIBATTITI, CAPIRE LA PROSA CONTEMPORANEA SPAGNOLA E ISPANOAMERICANA. SAPRÀ PRODURRE TESTI DETTAGLIATI SU UN’AMPIA VARIETÀ DI TEMI DI ATTUALITÀ, ARGOMENTANDO E GIUSTIFICANDO LE PROPRIE POSIZIONI. SARÀ IN GRADO DI PARTECIPARE A UNA CONVERSAZIONE CON NATIVI FLUIDAMENTE, DI ESPORRE E DIFENDERE IL PROPRIO PUNTO DI VISTA SU UN ARGOMENTO A LUI CONOSCIUTO.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE AVRÀ IMPARATO AD ESSERE CRITICO CON IL PROPRIO PROCESSO DI APPRENDIMENTO E A FAMILIARIZZARSI CON LE STRATEGIE DI APPRENDIMENTO DELLA LINGUA STRANIERA.
Prerequisiti
IL CORSO SI RIVOLGE A STUDENTI CHE ABBIANO GIÀ UNA CONOSCENZA GENERALE DELLA LINGUA SPAGNOLA. SONO REQUISITI FONDAMENTALI:
A) L'AVER SUPERATO L’ESAME DI LINGUA SPAGNOLA I (NON PER GLI STUDENTI ERASMUS);
B) L'AVER SUPERATO L’ESAME DI LETTERATURA SPAGNOLA I (NON PER GLI STUDENTI ERASMUS);
C) UNA BUONA COMPETENZA IN LINGUA ITALIANA;
D) LA CONOSCENZA DELLA TERMINOLOGIA DI BASE DELL’ANALISI GRAMMATICALE;
E) LA CAPACITÀ DI LEGGERE E CONSULTARE GRAMMATICHE E DIZIONARI CAPENDONE ANCHE LE SFUMATURE;
F) UNA CONOSCENZA GENERALE DELLA GRAMMATICA SPAGNOLA E DELLE PRINCIPALI DIFFICOLTÀ CHE INCONTRANO GLI ITALOFONI CHE STUDIANO QUESTA LINGUA (PROGRAMMA DI I ANNO);
G) UNA CERTA ESPERIENZA DI LETTURA E ASCOLTO DI DOCUMENTI DI VARIA NATURA IN LINGUA SPAGNOLA;
H) LA CAPACITÀ DI LEGGERE E DI STUDIARE, ANCHE IN SPAGNOLO, OPERE RELATIVE AI FENOMENI LINGUISTICI E DISCORSIVI CHE NON RICHIEDANO CONOSCENZE ALTAMENTE SPECIALISTICHE;
I) LA CAPACITÀ DI USARE PROGRAMMI INFORMATICI PER L’ELABORAZIONE DI TESTI E DI MUOVERSI NELLA RETE INTERNET.
Contenuti
1) APPROSSIMAZIONE AD UNA PANORAMICA DIACRONICA DELLE PRINCIPALI LINEE DI STUDIO DELLA LINGUA SPAGNOLA E DEL DISCORSO;
2) ACQUISIZIONE DI STRUMENTI BASILARI PER ANALIZZARE I FATTORI COGNITIVI E SOCIOCULTURALI CHE MODELLANO I FENOMENI LINGUISTICO-DISCORSIVI;
3) FAMILIARIZZAZIONE CON GLI ELEMENTI DELLA TRAMA DISCORSIVA;
4) APPROSSIMAZIONE AL CONCETTO DI GENERE E ALLA TIPOLOGIA TESTUALE;
5) INDIVIDUAZIONE ED ANALISI DELLE STRATEGIE DISCORSIVE (IN PARTICOLARE, L’ARGOMENTATIVA):
-MODALITÀ DI ISCRIZIONE DELL’ENUNCIATORE E DEL COENUNCIATORE;
-RAPPRESENTAZIONE DEGLI ATTORI SOCIALI: CATEGORIZZAZIONE; METAFORE E METONIMIE; ASSEGNAZIONE (ESPLICITA O IMPLICITA) DI VALORI POSITIVI O NEGATIVI ATTRAVERSO LA DETERMINAZIONE, L’AGGETTIVAZIONE E LA PREDICAZIONE VERBALE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE COLLOCAZIONI;
-RAPPRESENTAZIONI SOCIALI COME FONTI DI TOPOI, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO A QUELLE CODIFICATE NELLE UNITÀ FRASEOLOGICHE;
-SEGNALI DISCORSIVI;
-ORGANIZZAZIONE INFORMATIVA DELLA FRASE E DEL TESTO.
OLTRE ALLA RIFLESSIONE TEORICA CHE COMPRENDE LA REVISIONE CRITICA DI ALCUNE DELLE PRINCIPALI DIFFICOLTÀ LINGUISTICO-DISCORSIVE CHE INCONTRANO GLI STRANIERI (ED IN PARTICOLARE GLI ITALOFONI) CHE STUDIANO LO SPAGNOLO, È DEDICATO AMPIO SPAZIO ALLE ATTIVITÀ PRATICHE DI USO DELLA LINGUA VOLTE AD AIUTARE GLI STUDENTI A CONSOLIDARE LA LORO COMPETENZA IN LINGUA SPAGNOLA.
Metodi Didattici
ORGANIZZAZIONE DIDATTICA
1) LEZIONI TEORICHE CON ATTIVITÀ APPLICATIVE, DURANTE ENTRAMBI I SEMESTRI: 45 ORE;
2) ATTIVITÀ DI STUDIO ASSISTITO IN AULA, DURANTE ENTRAMBI I SEMESTRI, PROPOSTE DAI COLLABORATORI LINGUISTICI: 80 ORE;
3) AUTOAPPRENDIMENTO GUIDATO DALLA CATTEDRA: CA. 40 ORE.

MODALITÀ DI FREQUENZA
È DETERMINANTE LA FREQUENZA AL CORSO E ALLE ESERCITAZIONI. GLI STUDENTI CHE NON POSSONO FREQUENTARE LE LEZIONI PER SERI MOTIVI DOVRANNO CONCORDARE CON IL DOCENTE ATTIVITÀ DIDATTICHE INTEGRATIVE.

LINGUA DI INSEGNAMENTO
IL CORSO E LE ESERCITAZIONI SI TERRANNO IN LINGUA SPAGNOLA.
Verifica dell'apprendimento
L’ESAME PREVEDE UNA PROVA SCRITTA PROPEDEUTICA, IL CUI SUPERAMENTO È REQUISITO FONDAMENTALE PER POTER ACCEDERE ALLA PROVA ORALE. LA PROVA SCRITTA È COMPOSTA DA UNA PRIMA PARTE CHE HA LA FUNZIONE DI FILTRO (RIELABORAZIONE DI BRANI TRATTI DALLA BIBLIOGRAFIA). VERRÀ CORRETTA LA PROVA COMPLETA SOLTANTO IN CASO DI SUPERAMENTO DEL FILTRO. LA PROVA SCRITTA COMPRENDERÀ LA TRASCRIZIONE DI UN DISCORSO AUDITIVO, UNA BREVE TRADUZIONE, L’ANALISI CRITICA DI UN BREVE TESTO E LA REDAZIONE DI UN TESTO ESPOSITIVO-ARGOMENTATIVO.
GLI STUDENTI CHE ABBIANO CONSEGUITO IL DIPLOMA DELE LIVELLO B1 POTRANNO FARLO VALERE PER OTTENERE L’ESONERO DAL FILTRO.
GLI STUDENTI CHE ABBIANO CONSEGUITO IL DIPLOMA DELE LIVELLO B2 POTRANNO FARLO VALERE PER OTTENERE L'ESONERO DAL FILTRO E DALLA TRASCRIZIONE.
GLI STUDENTI CHE ABBIANO CONSEGUITO IL DIPLOMA DELE LIVELLO C1 O C2 POTRANNO FARLO VALERE PER ESSERE ESONERATI COMPLETAMENTE DALLA PROVA SCRITTA. LA DATA DI CONSEGUIMENTO DELLE EVENTUALI CERTIFICAZIONI PRESENTATE AI FINI DELL'ESONERO PARZIALE O TOTALE DELLA PROVA SCRITTA NON DOVRÀ ESSERE ANTERIORE A 24 MESI.
CIASCUNA CERTIFICAZIONE POTRÀ ESSERE UTILIZZATA UN’UNICA VOLTA.
(PER INFORMAZIONI RIGUARDO ALLE CERTIFICAZIONI DELE CONSULTARE LA PAGINA WEB DELL'INSTITUTO CERVANTES
ALL'INDIRIZZO: HTTP://CVC.CERVANTES.ES/AULA/DELE/DEFAULT.HTM OPPURE HTTP://DIPLOMAS.CERVANTES.ES/INDEX.JSP).
LA PROVA ORALE CONSISTE IN: REVISIONE E COMMENTO DELLA PROVA SCRITTA CON DOMANDE DI APPROFONDIMENTO VOLTE A VALUTARE LA CONSAPEVOLEZZA DEI PROPRI ERRORI E LA CAPACITÀ DI AUTOCORREGGERSI, DOMANDE SUI CONTENUTI TEORICI DEL CORSO, DISCUSSIONE SULLE LETTURE SCELTE TRA QUELLE PROPOSTE DALLA CATTEDRA; BREVE CONVERSAZIONE CHE ATTESTI UNA COMPETENZA COMUNICATIVA DI LIVELLO B2.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA PROVA SCRITTA (PUNTEGGIO TOTALE DI 30/30):
-FILTRO: PUNTEGGIO MASSIMO 5 PUNTI (SI VALUTERANNO LE COMPETENZE ORTOGRAFICA, MORFOSINTATTICA, LESSICALE E DISCORSIVA).
-TRASCRIZIONE: PUNTEGGIO MASSIMO 5 PUNTI (1 PUNTO PER LA CORRETTEZZA GRAMMATICALE E LESSICALE; 1 PUNTO PER LA PLAUSIBILITÀ E LA COERENZA DEL TESTO; 1 PUNTO PER LA COMPRENSIONE; 1 PUNTO PER L’ORTOGRAFIA -SALVO GLI ACCENTI-; 1 PUNTO PER GLI ACCENTI).
-TRADUZIONE: PUNTEGGIO MASSIMO 7 PUNTI.
-ANALISI CRITICA: PUNTEGGIO MASSIMO 6 PUNTI.
-REDAZIONE: PUNTEGGIO MASSIMO 7 PUNTI (2 PUNTI PER LA COMPETENZA DISCORSIVA (SOPRATTUTTO COERENZA E COESIONE), 2 PUNTI PER LA CORRETTEZZA GRAMMATICALE, 2 PUNTI PER IL LESSICO E 1 PUNTO PER IL RISCHIO ASSUNTO);
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA PROVA ORALE: LA VALUTAZIONE COMPLESSIVA DELLA PROVA ORALE TIENE CONTO DEL VOTO DELLA PROVA SCRITTA, DELLA COMPLETEZZA DEI CONTENUTI (GRAMMATICALI, LESSICALI E CULTURALI) DELL’ESAME ORALE, DELLA FLUIDITÀ DEL DISCORSO, DELLA CAPACITÀ DI INTERAGIRE E DELLA PRONUNCIA.
Testi
-AA. VV. (2010) ABANICO. BARCELONA: DIFUSIÓN (LIBRO DELLO STUDENTE E QUADERNO DEGLI ESERCIZI).
-CALSAMIGLIA H. – TUSÓN A., 1999 (O ED. POSTERIORE), LAS COSAS DEL DECIR. MANUAL DE ANÁLISIS DEL DISCURSO. BARCELONA: ARIEL. CAPITOLI 1, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10.
-FONTANELLA DE WEINBERG M.B. (1992). EL ESPAÑOL DE AMÉRICA. MADRID: EDITORIAL MAPFRE. CAPITOLI 4-6.
-GARCÍA DE CORTÁZAR F., 2010, HISTORIA DE ESPAÑA PARA DUMMIES. BARCELONA: CENTRO LIBROS PAPF, GRUPO PLANETA. CAPITOLI 9-13 E 25-29.
GUTIÉRREZ ORDÓÑEZ S., “PERFILES Y DIMENSIONES EN EL CONCEPTO DE NORMA (LAS OTRAS NORMAS)”, PONENCIA PRESENTADA EN EL CONGRESO INTERNACIONAL DE LENGUA ESPAÑOLA, VALLADOLID, 16-19 DE OCTUBRE DE 2001.
GUTIÉRREZ ORDÓÑEZ S., 1997 (O ED. POSTERIORE), TEMAS, REMAS, FOCOS, TÓPICOS Y COMENTARIOS. MADRID: ARCO LIBROS.
ILINÁ N., “LA FRASEOLOGÍA ESPAÑOLA CONTEMPORÁNEA: ESTADO DE LA CUESTIÓN”. DISPONIBILE IN
HTTP://WWW.HISPANISMO.CERVANTES.ES/DOCUMENTOS/ILINA.PDF.
HTTP://CVC.CERVANTES.ES/LENGUA/REFRANERO.
MARTÍN ROJO L., 2003, “EL ANÁLISIS CRÍTICO DEL DISCURSO”, IN IÑÍGUEZ RUEDA L., (ED.), ANÁLISIS DEL DISCURSO. MANUAL PARA LAS CIENCIAS SOCIALES. BARCELONA: EDITORIAL UOC, PP. 157-191.
-TORRENS ÁLVAREZ MA. JESÚS, 2007, EVOLUCIÓN E HISTORIA DE LA LENGUA ESPAÑOLA. MADRID: ARCO/LIBROS, 2007. CAPITOLO 13.

ALTRI SAGGI VERRANNO INDICATI DURANTE IL CORSO.
Altre Informazioni
GLI STUDENTI CHE NON POSSONO FREQUENTARE DEVONO INFORMARSI PER TEMPO CONTATTANDO IL DOCENTE DURANTE L’ORARIO DI RICEVIMENTO.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]