FILOLOGIA ROMANZA

Lingue e Culture Straniere FILOLOGIA ROMANZA

4312200048
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA
LINGUE E CULTURE STRANIERE
2013/2014

ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2009
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
954LEZIONE
Obiettivi
IL CORSO, ATTRAVERSO LA LETTURA DI ALCUNI TESTI PARTICOLARMENTE RILEVANTI DAL PUNTO DI VISTA LINGUISTICO E FILOLOGICO, INTENDE FORNIRE UN'INTRODUZIONE ALLA STORIA DELLE LINGUE ROMANZE E UN PRIMO APPROCCIO ALLA LETTERATURA MEDIEVALE ROMANZA, CON RIFERIMENTO IN PARTICOLARE ALL'AREA FRANCESE, OCCITANA E CASTIGLIANA. GLI STUDENTI ACQUISIRANNO I FONDAMENTI DELLA LINGUISTICA STORICA ROMANZA E GLI STRUMENTI PER TRADURRE AUTONOMAMENTE TESTI DAL FRANCESE, DALL’OCCITANO, E DALLO SPAGNOLO.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

CONOSCENZA DI ALCUNI TESTI SIGNIFICATIVI DELLE LETTERATURE ROMANZE MEDIEVALI; CAPACITÀ DI COMPRENDERE LE DINAMICHE ATTRAVERSO CUI DAL LATINO SONO NATE LE LINGUE ROMANZE E ATTRAVERSO CUI LE NUOVE LINGUE SONO POI DIVENTATE ESPRESSIONE DI NUOVE LETTERATURE ARTICOLATE IN NUOVI GENERI LETTERARI.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

CAPACITÀ - SULLA BASE DELLE CONOSCENZE LETTERARIE, FILOLOGICHE E LINGUISTICHE ACQUISITE - DI AFFRONTARE CON MAGGIOR CONSAPEVOLEZZA L’ANALISI TESTUALE NON SOLO DELLE OPERE MEDIEVALI ROMANZE MA ANCHE DI TESTI LETTERARI SUCCESSIVI A QUELLI MEDIEVALI. ACQUISIZIONE DELL'ATTITUDINE ALL'ANALISI FILOLOGICO-LETTERARIA.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO:

CAPACITÀ DI INTEGRARE LE CONOSCENZE ACQUISITE E DI FORMULARE E PROPORRE OPINIONI E GIUDIZI PERSONALI. ACQUISIZIONE DI UN ATTEGGIAMENTO NON PASSIVO NEI CONFRONTI DELLE TESI ESPOSTE O PROPOSTE.

ABILITÀ COMUNICATIVE:

CAPACITÀ DI COMUNICARE AD UN PUBBLICO DI NON SPECIALISTI INFORMAZIONI ATTINENTI ALLO SPECIFICO CAMPO DISCIPLINARE, AVVALENDOSI ANCHE DEL LINGUAGGIO TECNICO SPECIFICO DELLA DISCIPLINA.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO:

ACQUISIZIONE DELLE METODOLOGIE DI APPRENDIMENTO NECESSARIE PER APPROFONDIRE AUTONOMAMENTE LE CONOSCENZE LINGUISTICHE, LETTERARIE, FILOLOGICHE MATURATE E PER APPLICARE TALI CONOSCENZE ANCHE AD ALTRI INSEGNAMENTI DEL CORSO DI STUDI.
Prerequisiti
CONOSCENZA DI BASE DI LINGUISTICA E CONOSCENZA DI ALMENO UNA LINGUA ROMANZA. LA CONOSCENZA DEL LATINO E AUSPICABILE MA NON NECESSARIA.
Contenuti
IL CORSO, ATTRAVERSO LA LETTURA, LA TRADUZIONE E IL COMMENTO FILOLOGICO-LETTERARIO DI ALCUNI TESTI PARTICOLARMENTE RILEVANTI NELLE DIVERSE LINGUE ROMANZE, SI PROPONE DI INTRODURRE GLI STUDENTI AI FENOMENI SALIENTI DELLA FORMAZIONE DELLE LINGUE NEOLATINE NONCHÉ AI GENERI PRINCIPALI DELLA LETTERATURA ROMANZA MEDIEVALE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL GENERE DEL RACCONTO. ESERCITAZIONI SARANNO SVOLTE SU CASI PARTICOLARI PER ILLUSTRARE PRATICAMENTE L’INTERAZIONE DEI PRINCIPALI FENOMENI LINGUISTICI NELL’EVOLUZIONE DELLE PAROLE.
Metodi Didattici
LEZIONI, ESERCITAZIONI
Verifica dell'apprendimento
L’ESAME SI SVOLGERÀ IN FORMA ORALE. I FREQUENTANTI AVRANNO ANCHE LA POSSIBILITÀ DI SOSTENERE DELLE PROVE SCRITTE INTERCORSO CHE AGEVOLERANNO LA PREPARAZIONE DELL’ESAME. NEL VALUTARE L'ESAME ORALE E LE PROVE SCRITTE SI TERRÀ CONTO, OLTRE CHE DELLA CONOSCENZA DELLA MATERIA, ANCHE DELLA CAPACITÀ DI ARTICOLARE UN DISCORSO COMPLESSO E DI ESPRIMERSI CON CHIAREZZA E LINGUAGGIO APPROPRIATO.
Testi
FREQUENTANTI:

- C. LEE & S. GALANO, INTRODUZIONE ALLA LINGUISTICA ROMANZA, ROMA, CAROCCI, 2005.
- M. PICONE, IL RACCONTO NEL MEDIOEVO, BOLOGNA, IL MULINO, 2012.
-M. MANCINI, "IL RACCONTO", IN LA LETTERATURA FRANCESE MEDIEVALE, BOLOGNA, IL MULINO, 1997, PP. 271-345.
- MARIA DI FRANCIA, LAIS, A CURA DI G. ANGELI, ROMA, CAROCCI, 2007 (GUIGEMEAR, EQUITAIN, LANVAL, YONEC, L'USIGNOLO, ELIDUC).

LEGGERE UN TESTO A SCELTA TRA:

- RAIMON VIDAL, IL CASTIAGILOS, A CURA DI G. TAVANI, MILANO, LUNI "BIBLIOTECA MEDIEVALE", 1999.
- MARIA DI FRANCIA, FAVOLE, A CURA DI R. MOROSINI, MILANO, LUNI "BIBLIOTECA MEDIEVALE", 2006.
- GUILLEM DE TORROELLA, LA FAVOLA, A CURA DI A. M. COMPAGNA, MILANO, LUNI "BIBLIOTECA MEDIEVALE", 2004.
- SENDEBAR, IL LIBRO DEGLI INGANNI DELLE DONNE, A CURA DI V. ORAZI, MILANO, ED. DELL' ORSO "GLI ORSATTI", 2005.

ULTERIORI MATERIALI DIDATTICI SARANNO INDICATI A LEZIONE.

NON FREQUENTANTI

GLI STUDENTI CHE NON INTENDONO SEGUIRE IL CORSO AGGIUNGERANNO AL PROGRAMMA DEI FREQUENTANTI I SEGUENTI TESTI:
F. BRUGNOLO E R. CAPELLI, PROFILO DELLE LETTERARTURE ROMANZE MEDIEVALI, ROMA, CAROCCI, 2011 (PP. 15-176; 208-261; 301-351; LETTURA E TRADUZIONE DI 10 BRANI A SCELTA DELLO STUDENTE).
A.VARVARO, LETTERATURE ROMANZE DEL MEDIOEVO, BOLOGNA, IL MULINO, 1985 (PP. 9-82)
Altre Informazioni
-PRESSO LA CATTEDRA DI FILOLOGIA ROMANZA É STATO ATTIVATO UN LABORATORIO DIDATTICO 'DOC' CHE È ANCHE SEDE DI TIROCINI, FRUIBILE DAGLI STUDENTI E DAI LAUREANDI.
-GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI POTRANNO USUFRUIRE DELLA PIATTAFORMA MOODLE COME SUPPORTO PER LO STUDIO DELLA LINGUISTICA STORICA.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]