PROVA FINALE

Medicina e Chirurgia PROVA FINALE

1060100045
DIPARTIMENTO DI MEDICINA, CHIRURGIA E ODONTOIATRIA "SCUOLA MEDICA SALERNITANA"
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 6 ANNI
MEDICINA E CHIRURGIA
2022/2023

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 6
ANNO ORDINAMENTO 2016
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
18450PROVA FINALE
Contenuti
1. Dopo aver superato tutte le verifiche delle attività formative incluse nel piano di studio e aver
acquisito i relativi crediti, lo studente è ammesso a sostenere la prova finale.
2. La prova finale consiste nella discussione, in seduta pubblica dinanzi ad apposita Commissione, di una
tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un docente relatore. Può essere prevista
la figura di un secondo relatore.
3. Tipologia di Tesi di Laurea
Sono definite tre tipologie di tesi: sperimentale, casistica/case report, compilativa.
3.1 La Tesi di Laurea può essere di tipologia Sperimentale nel caso rispetti le seguenti caratteristiche:
• Studi innovativi di ricerca di base (studi di laboratorio, in vitro o in vivo)
12
• Studi clinici innovativi di tipo osservazionale incluse metanalisi
• Studi clinici innovativi di intervento incluse metanalisi (Trial Clinici)
3.2 La Tesi di Laurea può essere di tipologia casistica/case report nel caso rispetti le seguenti
caratteristiche:
• Presentazione di casistica: descrizione di dati clinici in gruppi di pazienti
• case report: Dettagliata descrizione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow-up di uno o
più pazienti con caratteristiche non usuali
3.3 La tesi di Laurea può essere di Tipologia Compilativa nel caso si tratti di un lavoro di revisione della
letteratura, senza elaborazione statistica e produzione di risultati innovativi
4. All'inizio di ogni anno accademico, ogni docente del dipartimento deve indicare la propria
disponibilità per l'internato di tesi alla Segreteria e almeno due argomenti oggetto di possibile tesi di
laurea tra una delle tipologie su indicate.
5. Per la preparazione della Tesi di Laurea lo Studente ha a disposizione 18 cfu. L'attività finalizzata alla
preparazione della tesi, definita "Internato di Laurea", deve essere svolta al di fuori dell'orario dedicato
alle attività didattiche ufficiali.
6. Per lo svolgimento del lavoro di Tesi lo Studente deve presentare alla segreteria didattica una formale
richiesta con indicazione della materia. L'assegnazione della tesi è effettuata da una specifica
commissione che sentiti i Docenti afferenti alla materia e verificata la disponibilità di posti, accoglie la
richiesta ed affida ad un Docente, eventualmente indicato dallo Studente la responsabilità del controllo
delle attività svolte dallo Studente stesso nella struttura, la certificazione del regolare svolgimento di
queste attività, e la certificazione dell'eventuale carattere innovativo della tesi ai fini della tipologia di
Tesi Sperimentale.
Il lavoro di Tesi può essere svolto fuori sede, sia in Italia che all'estero su richiesta del relatore della tesi
e approvazione da parte del Consiglio di Dipartimento
7. Presentazione del lavoro di Tesi
Per l'esposizione della tesi di laurea lo studente può avvalersi di supporti didattici quali: diapositive,
lucidi, presentazioni in PPT, etc., in numero non superiore a 10. Tali supporti che sono intesi a favorire
una migliore comprensione dell'esposizione non dovranno contenere parti prettamente discorsive ma
grafici figure- tabelle, etc.
8. composizione commissione di laurea
La Commissione per la prova finale è nominata dal Direttore del Dipartimento o da persona da lui
designata, ed è composta, di norma, da 11 membri effettivi compreso il presidente e comunque in numero
non inferiore a cinque.
9. Voto di Laurea
La valutazione della prova finale è in cento decimi. La commissione, con valutazione unanime, può
concedere al candidato il massimo dei voti con lode. Il voto minimo per il superamento della prova è
sessantasei centodecimi. Lo svolgimento della prova finale e la proclamazione del risultato finale sono
pubblici.
Il voto di laurea risulta dalla somma del punteggio di partenza dello studente, risultante dalla
trasformazione in centodecimi della media aritmetica semplice dei voti conseguiti negli esami di profitto,
escluse le idoneità (massimo 36 valutazioni in 30mi degli esami di profitto; il risultato si moltiplica per
110 e si divide per 30) e dei punti assegnati dalla Commissione in sede di valutazione della prova finale.
La Commissione ha a disposizione fino ad un massimo di n. 11 punti ripartiti secondo i seguenti criteri:
1. Valutazione dell'elaborato della tesi e dello svolgimento della prova finale - fino a 7 punti di
cui:
• Tesi Sperimentale fino a 5 punti
• Casistica/case report fino a 3 punti
• Tesi compilativa fino a 1 punto
12
• Qualità della presentazione 1 punto
• Padronanza dell'argomento 1 punto
2. Premialità- fino a 4 punti, di cui:
• laurea in corso: punti 1,5
• partecipazione a Progress test e/o Teco test: 0,2 punti per la partecipazione a ciascun Progress
test e/o Teco test per massimo di 1 punto
• Partecipazione a programmi di scambio internazionali e/o a Research meetings organizzati dal
Dipartimento: fino a punti 0,5
• lode 0,2 punti per ciascuna lode: fino a punti 1
Il voto complessivo, determinato dalla somma del punteggio di partenza e dei punteggi previsti dalle voci
" a + b", è arrotondato, solamente dopo la somma finale, per eccesso o per difetto al numero intero più
vicino. Ai candidati che abbiano conseguito un punteggio finale superiore o uguale a 113 può essere
attribuita la lode con parere unanime della commissione.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2023-01-23]