TRATTAMENTO DELLE ACQUE

Scienze Ambientali TRATTAMENTO DELLE ACQUE

0512700024
DIPARTIMENTO DI CHIMICA E BIOLOGIA "ADOLFO ZAMBELLI"
CORSO DI LAUREA
SCIENZE AMBIENTALI
2022/2023

ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2016
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
432LEZIONE
224ESERCITAZIONE
Obiettivi
•CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
ACQUISIZIONE DI BASE SUI PRINCIPI E I MECCANISMI DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE IMPIANTISTICHE PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE NONCHÉ SUI PROCESSI FISICI, CHIMICI E BIOLOGICI CHE INTERESSANO IL CICLO DI DEPURAZIONE.

•CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
ACQUISIZIONE DELLE CONOSCENZE E COMPRENSIONE DELLE METODOLOGIE UTILI ALLA PROGETTAZIONE DEI VARI PROCESSI USATI NEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE.

•AUTONOMIA DI GIUDIZIO
SAPER INDIVIDUARE I PROCESSI PIÙ IDONEI AI CICLI DI DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE URBANE.

•ABILITÀ COMUNICATIVE
POTER ESPORRE ORALMENTE IN MODO SINTETICO UN ARGOMENTO LEGATO ALLE TEMATICHE TRATTATE NELL’AMBITO DELL’INSEGNAMENTO.

•CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
POTER APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE A CONTESTI DIFFERENTI DA QUELLI PRESENTATI DURANTE L’INSEGNAMENTO, ED APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI TRATTATI USANDO MATERIALI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI
Prerequisiti
LO STUDENTE DEVE AVERE ACQUISITO LE CONOSCENZE DI BASE NEL CAMPO DELLA BIOLOGIA, CHIMICA, MATEMATICA E FISICA FORNITE DAI NORMALI PROGRAMMI DI STUDIO DELLE SCUOLE SUPERIORI E DAL PIANO DI STUDIO DEL PRIMO ANNO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AMBIENTALI.
Contenuti
LEZIONI FRONTALI IN AULA (32 ORE) SUI SEGUENTI ARGOMENTI:
•ASPETTI NORMATIVI E STATO DELLA DEPURAZIONE (C.A. 3 ORE)
•CARATTERISTICHE QUALITATIVE DEI REFLUI (C.A. 2 ORE)
CARATTERISTICHE FISICHE
CARATTERISTICHE CHIMICHE
CARATTERISTICHE BIOLOGICHE
•ANALISI DELLE PORTATE (C.A. 1 ORA)
•CICLO DI TRATTAMENTO PER ACQUE REFLUE URBANE (C.A. 20 ORE)
A.TRATTAMENTI PRIMARI
I)PRE-TRATTAMENTI
GRIGLIATURA, DISSABBIATURA, EQUALIZZAZIONE
II)SEPARAZIONE A GRAVITÀ
SEDIMENTAZIONE, FLOCCULAZIONE, FLOTTAZIONE

B.TRATTAMENTI SECONDARI (BIOLOGICI)
I)FONDAMENTI DEI TRATTAMENTI BIOLOGICI
II)PROCESSI A FANGHI ATTIVI
III)PROCESSI A BIOMASSA ADESA
IV)PROCESSI ANAEROBICI

•TRATTAMENTO DI AFFINAMENTO (C.A. 2 ORE)
•DISINFEZIONE (C.A. 2 ORE)
•CICLO DI TRATTAMENTO DEI FANGHI (C.A. 2 ORE)



SONO ANCHE PREVISTE VISITE DI IMPIANTI DI DEPURAZIONE E ESERCITAZIONI GUIDATE DI DIMENSIONAMENTO DEI PROCESSI (24 ORE)
Metodi Didattici
L'INSEGNAMENTO PREVEDE 56 ORE DI DIDATTICA TRA LEZIONI E ESERCITAZIONI (6 CFU). IN PARTICOLARE SONO PREVISTE 32 ORE DI LEZIONE IN AULA (4 CFU) E 24 ORE DI ESERCITAZIONI/LABORATORIO (2 CFU)
IL CORSO È ORGANIZZATO NEL SEGUENTE MODO:
-LEZIONI FRONTALI SU TUTTI GLI ARGOMENTI DEL CORSO CHE SI SVOLGONO IN AULA CON L'AUSILIO DI PROIEZIONI (32 ORE).
-BREVI ESERCITAZIONI GUIDATE IN AULA E VISITE TECNICHE DI IMPIANTI DI DEPURAZIONE (24 ORE)

LA FREQUENZA DELLE LEZIONI E DELLE ESERCITAZIONI IN AULA NON È OBBLIGATORIA, QUELLA DELLE VIITE TECNICHE È FORTEMENTE CONSIGLIATA.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI. L'ESAME PREVEDE UNA PROVA SCRITTA E UNA PROVA ORALE.
LA PROVA SCRITTA È PROPEDEUTICA ALLA PROVA ORALE E CONSISTE IN UN TEST CON DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA E DOMANDE APERTE RELATIVE AI CONTENUTI DELLE LEZIONI FRONTALI E ALLE VISITE TECNICHE DEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE. INOLTRE SARANNO PROPOSTI BREVI ESERCIZI SU ARGOMENTI TRATTATI DURANTE LE LEZIONI. LA PROVA SCRITTA SI SVOLGE ANTERIORMENTE ALLA PROVA ORALE E SI CONSIDERA SUPERATA CON IL RAGGIUNGIMENTO DEL PUNTEGGIO MINIMO DI 18/30. LA PROVA SCRITTA HA DI NORMA UNA DURATA NON INFERIORE A 60 MINUTI ED È FINALIZZATA A VERIFICARE LA CAPACITÀ DI APPLICARE CORRETTAMENTE LE CONOSCENZE TEORICHE, LA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DELLE PROBLEMATICHE DISCUSSE DURANTE LE LEZIONI FRONTALI.
LA PROVA ORALE CONSISTE IN UN COLLOQUIO CON DOMANDE E DISCUSSIONE SUI CONTENUTI TEORICI E METODOLOGICI DELLE LEZIONI ED È FINALIZZATA AD ACCERTARE IL LIVELLO DI CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE RAGGIUNTO DALLO STUDENTE, NONCHÉ A VERIFICARE LA CAPACITÀ DI ESPOSIZIONE RICORRENDO ALLA TERMINOLOGIA APPROPRIATA E LA CAPACITÀ DI ORGANIZZAZIONE AUTONOMA DELL'ESPOSIZIONE SUGLI STESSI ARGOMENTI A CONTENUTO TEORICO.
IL VOTO FINALE SCATURISCE DALLA MEDIA DELLE DUE PROVE. IL VOTO MINIMO PER IL SUPERAMENTO DELL'ESAME E 18/30.
IL VOTO MINIMO (18) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA UNA LIMITATA CONOSCENZA DELLA NORMATIVA ITALIANA DEDICATA ALLA TUTELA DELLE ACQUE, DEL FUNZIONAMENTO DEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE URBANE NONCHE DEI TIPICI PROCESSI PRESENTI NEGLI IMPIANTI.
IL VOTO MASSIMO (30) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA UNA CONOSCENZA COMPLETA ED APPROFONDITA DELLE NORMATIVA ITALIANA DI TUTELA DELLE ACQUE, DEL FUNZIONAMENTO DEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE URBANE, DEI TIPICI PROCESSI PRESENTI SULLA LINEA ACQUA E SULLA LINEA FANGHI DEGLI IMPIANTI NONCHE UNA CONOSCENZA DEI CRITERI DI DIMENSIONAMENTO DEI SINGOLI PROCESSI.
LA LODE POTRÀ ESSERE ATTRIBUITA AGLI STUDENTI CHE RAGGIUNGONO IL VOTO MASSIMO DI 30/30 E CHE DIMOSTRINO DI ESSERE IN GRADO DI APPLICARE AUTONOMAMENTE CONOSCENZE E COMPETENZE ACQUISITE ANCHE IN CONTESTI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI A LEZIONE.
Testi
IL DOCENTE FORNIRÀ AGLI STUDENTI DISPENSE ED APPUNTI DEL CORSO PER LO STUDIO INDIVIDUALE DEL PROGRAMMA DELL'INSEGNAMENTO.

I TESTI DI CONSULTAZIONE E APPROFONDIMENTI SONO:
•LUCA BONOMO, TRATTAMENTI DELLE ACQUE REFLUE (2008), MCGRAW-HILL
•METCALF & EDDY, INGEGNERIA DELLE ACQUE REFLUE (2006),MCGRAW-HILL
Altre Informazioni
LINGUA DI EROGAZIONE DELL'INSEGNAMENTO: ITALIANO
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-09-16]