LABORATORIO DI LINGUA INGLESE V

Scienze della Formazione Primaria LABORATORIO DI LINGUA INGLESE V

4461000038
DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE, FILOSOFICHE E DELLA FORMAZIONE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 5 ANNI
SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA
2021/2022

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 5
ANNO ORDINAMENTO 2016
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
230LABORATORIO


Obiettivi
IL LABORATORIO È INTERAMENTE DEDICATO ALLA GLOTTODIDATTICA DELLA LINGUA INGLESE A YOUNG LEARNERS (5-12) E VERY YOUNG LEARNERS (3-5) E ALL’ACQUISIZIONE DELLE NOZIONI DI BASE DEI PROCESSI DI ACQUISIZIONE E APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE. L’OBIETTIVO PRINCIPALE CONSISTE NEL FORNIRE LE BASI PER UNA PROGRAMMAZIONE EFFICACE DELLA LEZIONE ATTRAVERSO LA PROGETTAZIONE E LA SCELTA DI ATTIVITÀ E DI MATERIALI PER LA CREAZIONE DI UN CONTESTO LUDICO-COMUNICATIVO IN UNA PROSPETTIVA INTERCULTURALE.

IL LABORATORIO INTENDE INOLTRE:
- SVILUPPARE COMPETENZE SPECIFICHE IN LINGUA STRANIERA ATTRAVERSO L’ACQUISIZIONE DI UN LESSICO SPECIFICO DI GLOTTODIDATTICA PER LA COMPRENSIONE DI MATERIALE SCIENTIFICO SPECIALIZZATO, FINALIZZATO AD UN AGGIORNAMENTO CONTINUO DEGLI INSEGNANTI, ALLA PROGETTAZIONE E ALLA SPERIMENTAZIONE, ATTRAVERSO DOCUMENTI DEL CONSIGLIO D’EUROPA E DI ATTUALITÀ RELATIVI ALLE POLITICHE LINGUISTICHE ORIENTATE AGLI YOUNG LEARNERS E AI VERY YOUNG LEARNERS (ES. PROGETTO ETWINNING) E ALLA FORMAZIONE IN SERVIZIO;
- SVILUPPARE LA CONOSCENZA DEI PRINCIPI E DELLE STRATEGIE DI PROGETTAZIONE E DI VALUTAZIONE DIDATTICA
- FAR ACQUISIRE CAPACITÀ DI RICERCA AUTONOMA NECESSARIE PER INTRAPRENDERE STUDI E AGGIORNAMENTI FINALIZZATI ALLA MATURAZIONE DEL PROFILO PROFESSIONALE DEL DOCENTE DI SCUOLA DELL'INFANZIA E PRIMARIA, PROMUOVENDO IL LIFE-LONG LEARNING;
-ORIENTARE LA DIDATTICA DELLA LINGUA ALLO SVILUPPO DI COMPETENZE COMUNICATIVE INTERCULTURALI FINALIZZATE ALLO SVILUPPO DI UNA CITTADINANZA INTERCULTURALE.
- SVILUPPARE LA CONOSCENZA DELLE TECNOLOGIE DIDATTICHE.
LE PRINCIPALI ABILITÀ (OSSIA LA CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE) SARANNO;
- PROGRAMMARE E UTILIZZARE ATTIVITÀ DI APPRENDIMENTO LINGUISTICO E METODOLOGIE GLOTTODIDATTICHE CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AGLI YOUNG LEARNERS E AI VERY YOUNG LEARNERS, ATTRAVERSO LO SVILUPPO DI UNITÀ DI APPRENDIMENTO E LA PROGETTAZIONE DI PERCORSI DI INSEGNAMENTO E DI VALUTAZIONE DELLA PROPRIA AZIONE DIDATTICA E DEL PROPRIO RUOLO PROFESSIONALE;
- UTILIZZARE LE TECNOLOGIE DIDATTICHE, ATTRAVERSO LA SPERIMENTAZIONE DI PROGETTI DI COLLABORAZIONE E SCAMBIO INTERNAZIONALI FINALIZZATI AL CONFRONTO CON COLLEGHI DI UNIVERSITÀ NAZIONALI ED EUROPEE (ETWINNING, ERASMUS +, ECC.), E ALL’IMPLEMENTAZIONE IN AULA DEL PROJECT-BASED E TASK-BASED LEARNING IN UNA DIMENSIONE INTERDISCIPLINARE E MULTICULTURALE;
- RIFLETTERE E ANALIZZARE CRITICAMENTE L'ESPERIENZA DIDATTICA PROPRIA E ALTRUI, CON RIFERIMENTO PRIVILEGIATO ALL'INTEGRAZIONE DI ALUNNI CON NECESSITÀ EDUCATIVE SPECIALI E CON PARTICOLARE ATTENZIONE A QUELLI CON DISTURBI DI APPRENDIMENTO E CON DISABILITÀ.
Prerequisiti
LO STUDENTE DEVE AVER ACQUISITO UNA SOLIDA COMPETENZA COMUNICATIVA DI INGLESE (LIVELLO B2 DEL QUADRO COMUNE EUROPEO DI RIFERIMENTO).
Contenuti
IL LABORATORIO AFFRONTERÀ I SEGUENTI ARGOMENTI:
-METODO GRAMMATICALE-TRADUTTIVO E AUDIO ORALE;
-METODO DIRETTO;
-APPROCCIO COMUNICATIVO;
-INPUT COMPRENSIBILE E USO DI REALIA;
-MODELLI DI STRUTTURAZIONE DELLA LEZIONE;
-APPRENDIMENTO TASK-BASED, PROJECT-BASED, LEARNING BY DOING;
-APPROCCI UMANISTICI: COMMUNITY LANGUAGE LEARNING, SUGGESTOPEDIA, SILENT WAY, TOTAL PHYSICAL RESPONSE.
-APPROCCIO LESSICALE
-USO DELLO STORYTELLING E DELLA LETTURA ESTENSIVA;
-GIOCHI DI IMPROVVISAZIONE TEATRALE FINALIZZATI ALLA DIDATTICA DELLE LINGUE;
- CLIL (CONTENT AND LANGUAGE INTEGRATED LEARNING);
--PROGRAMMAZIONE COOPERATIVA DI PROGETTI DI GEMELLAGGIO EUROPEO PER LO SVILUPPO DELL’INTERESSE NELLE CULTURE STRANIERE, LA CRESCITA DELLA MOTIVAZIONE E PER LO SVILUPPO DELLA LINGUA (ES. PROGETTO ETWINNING).
Metodi Didattici
IL LABORATORIO PREVEDE 30 ORE DI ATTIVITÀ IN AULA. IN PARTICOLARE, SONO PREVISTE 20 ORE DI DIDATTICA FRONTALE INTERVALLATA DA ESERCITAZIONI, ATTIVITÀ PRATICHE E DISCUSSIONI DI GRUPPO SUI PRINCIPALI TEMI TRATTATI E SULLA PROGRAMMAZIONE DI UNITÀ DI APPRENDIMENTO; 10 ORE DI SIMULAZIONE DI LEZIONE IN AULA. A TALE SCOPO GLI STUDENTI SARANNO DIVISI IN GRUPPI DI MASSIMO 4 PERSONE E DOVRANNO LAVORARE ALLA PROGETTAZIONE DI UN’UNITÀ DI APPRENDIMENTO E ALLO SVILUPPO DI ATTIVITÀ.
IL LABORATORIO RICHIEDE LA FREQUENZA OBBLIGATORIA CON UNA PERCENTUALE MINIMA DI ORE PARI ALL’80% DEL TOTALE DELLE ORE PREVISTE DAL LABORATORIO.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO TRAMITE LA PROGETTAZIONE DI UN’UNITÀ DI APPRENDIMENTO DA EFFETTUARE IN GRUPPO E NELLA SIMULAZIONE DI UNA PARTE DELLA LEZIONE IN CLASSE.
LA VALUTAZIONE DELLA SIMULAZIONE TIENE CONTO DI QUATTRO AREE: 1. CAPACITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITÀ PROGRAMMATE IN TERMINI DI CHIAREZZA DI ISTRUZIONI, CONTROLLO DELLA CHIAREZZA DELLE ISTRUZIONI, ESEMPLIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ, ECC. 2. STRUTTURAZIONE DELL’UNITÀ DI APPRENDIMENTO IN RIFERIMENTO AL RISPETTO DELLE DIVERSE FASI E DELLA LORO SUCCESSIONE LOGICA, DELLA CHIARA DEFINIZIONE DI OBIETTIVI, PREREQUISITI, CONOSCENZE PREGRESSE E ANTICIPAZIONE DI PROBLEMI E DI SOLUZIONI. 3. ATTEGGIAMENTO E MOTIVAZIONE MOSTRATE DURANTE IL LAVORO DI GRUPPO E LA SIMULAZIONE IN AULA. 4. LIVELLO DI COMPETENZA LINGUISTICA E APPROPRIATEZZA DEL LIVELLO LINGUISTICO ADOPERATO.
LA PROVA DI SIMULAZIONE SI CONSIDERA SUPERATA SE NELLE QUATTRO AREE DI VALUTAZIONE SI SIA RAGGIUNTO ALMENO IL LIVELLO SUFFICIENTE (SATISFACTORY) TRA QUATTRO FASCE DI GIUDIZIO (VERY GOOD, GOOD, SATISFACTORY, TRY HARDER).
Testi
MAIN TEXTBOOK:
- MARY SLATTERY E JANE WILLIS, ENGLISH FOR PRIMARY TEACHERS, OXFORD: OXFORD UNIVERSITY PRESS, 2001.

REFERENCE MATERIAL:
- JACK C. RICHARDS, KEY ISSUES IN LANGUAGE TEACHING, CAMBRIDGE: CAMBRIDGE UNIVERSITY PRESS, 2015.
- VIOLA SPOLIN, IMPROVISATION FOR THE THEATER, EVANSTON: NORTHWESTERN UNIVERSITY PRESS, 1999.
- VIOLA SPOLIN, THEATER GAMES FOR THE CLASSROOM: A THEACHER’S HANDBOOK, EVANSTON: NORTHWESTERN UNIVERSITY PRESS, 1986.
- ANDREW WRIGHT, STORYTELLING WITH CHILDREN, OXFORD: OXFORD UNIVERSITY PRESS, 1995.
- RICHARD DAY, JENNIFER BASSNETT ET. ALL, BRINGING EXTENSIVE READING INTO THE CLASSROOM: A PRACTICAL GUIDE TO INTRODUCING EXTENSIVE READING AND ITS BENEFITS TO THE LEARNERS, OXFORD: OXFORD UNIVERSITY PRESS, 2012.
- CAROL READ, 500 ACTIVITIES FOR THE PRIMARY CLASSROOM, OXFORD: MACMILLAN PUBLISHERS, 2007.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-11-21]