I FONDAMENTI EPISTEMOLOGICI E METODOLOGICO-PROCEDURALI DELLA DIDATTICA DELLE ATTIVITÀ MOTORIE

Scienze della Valutazione motorio-sportiva e Tecniche di Analisi e Progettazione dello Sport per Disabili I FONDAMENTI EPISTEMOLOGICI E METODOLOGICO-PROCEDURALI DELLA DIDATTICA DELLE ATTIVITÀ MOTORIE

4422200031
DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE, FILOSOFICHE E DELLA FORMAZIONE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
SCIENZE DELLA VALUTAZIONE MOTORIO-SPORTIVA E TECNICHE DI ANALISI E PROGETTAZIONE DELLO SPORT PER DISABILI
2019/2020

ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2018
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
636LEZIONE
Obiettivi
OBIETTIVI FORMATIVI:
CONOSCERE LE PRINCIPALI FUNZIONI E STRUTTURE DEL MOVIMENTO E LE
MODALITÀ DI REALIZZAZIONE DEL MOVIMENTO NELLE DIVERSE ETÀ DEL
CICLO DELLA VITA. COMPRENDERE IN QUALE MODO UTILIZZARE LE DIVERSE
FORME DI MOVIMENTO, LEGGERE, INTERPRETARE NONCHÉ FINALIZZARE E
UTILIZZARE IL MOVIMENTO PER SVILUPPARE COMPETENZE MOTORIE,
SOCIALI E COGNITIVE.
AL TERMINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ DIMOSTRARE DI AVERE CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DELLA DISCIPLINA, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI PROCESSI DI SVILUPPO MOTORIO E ALL’UTILIZZO DEL MOVIMENTO PER SVILUPPARE COMPETENZE MOTORIE, SOCIALI E COGNITIVE.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
AL TERMINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ DIMOSTRARE DI SAPER APPLICARE ED INTERPRETARE LE CONOSCENZE ACQUISITE INDISPENSABILI PER SVILUPPARE UN APPROCCIO PROFESSIONALE COMPETENTE AL LAVORO DIDATTICO-EDUCATIVO-SPORTIVO.
ABILITÀ COMUNICATIVE:
AL TERMINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ MOSTRARE UN LIVELLO ADEGUATO DI ABILITÀ COMUNICATIVE, UTILIZZANDO IN MANIERA APPROPRIATA IL LESSICO SPECIFICO DELLA DISCIPLINA E MOSTRANDOSI CAPACE DI ARGOMENTARE CON COERENZA LE PROPRIE IDEE.
Prerequisiti
IL CORSO COSTITUISCE IL PRIMO AVVICINAMENTO ALLE DISCIPLINE. NON È PREVISTO ALCUN PREREQUISITO.
Contenuti
I FONDAMENTI EPISTEMOLOGICI DEL MOVIMENTO UMANO E DELLE
SCIENZE MOTORIE;
IL MOVIMENTO UMANO: DEFINIZIONI, FUNZIONI, COMPONENTI E
STRUTTURE;
FORME E CLASSIFICAZIONI DEL MOVIMENTO;
L’ONTOGENESI DEL MOVIMENTO: L’EVOLUZIONE DEL MOVIMENTO
NELLE DIVERSE FASCE D’ETÀ;
LE FASI SENSIBILI PER L’APPRENDIMENTO E LO SVILUPPO MOTORIO;
CRESCITA, MATURAZIONE E SVILUPPO NELL’ETÀ EVOLUTIVA;
LA MOTRICITÀ DI TIPO ESPRESSIVO;
IL LINGUAGGIO GESTUALE E MOTORIO;
LE POSTURE E GLI SCHEMI MOTORI;
LE CAPACITÀ E LE ABILITÀ MOTORIE: DEFINIZIONI E CLASSIFICAZIONI;
IL CONTROLLO DEL MOVIMENTO;
ABILITÀ E RIUSCITA DELL’APPRENDIMENTO MOTORIO.
Metodi Didattici
IL CORSO SI ARTICOLA IN 36 ORE DI LEZIONE FRONTALE CON L'AUSILIO DI PROIEZIONI ED EVENTUALE ALTRO MATERIALE MULTIMEDIALE, PREVEDENDO ANCHE ATTIVITÀ DI GRUPPO
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME CON
VALUTAZIONE IN TRENTESIMI. L'ESAME PREVEDE UN TEST A RISPOSTA MULTIPLA.
LA PROVA SCRITTA MIRA A VALUTARE LE CONOSCENZE TEORICHE ACQUISITE DALLO STUDENTE. HA UNA DURATA DI 30 MINUTI,
IN CUI LO STUDENTE DEVE EFFETTUARE UN QUIZ COMPOSTO DA 35 DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA. IL VOTO FINALE È ATTRIBUITO IN TRENTESIMI. L’ESAME SI INTENDE SUPERATO QUANDO IL VOTO È MAGGIORE O UGUALE A
18. È PREVISTA L’ASSEGNAZIONE DEL MASSIMO DEI VOTI CON LODE (30 E LODE).
PROVE IN PRE -APPELLO POSSONO ESSERE CONCORDATE CON LA CLASSE ALLO SCOPO DI ALLEGGERIRE LA PROVA FINALE.
Testi
CASOLO F. (2002). LINEAMENTI DI TEORIA E METODOLOGIA DEL MOVIMENTO
UMANO. MILANO: VITA E PENSIERO
PALUMBO C. (2016). CORPOREITÀ E MOVIMENTO NEL GIOCO EDUCATIVO. BRESCIA: PENSA MULTIMEDIA.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-02-19]