PROGETTAZIONE INCLUSIVA DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E METODI E TECNICHE DEL GIOCO E DELL'ANIMAZIONE

Scienze dell'Educazione PROGETTAZIONE INCLUSIVA DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E METODI E TECNICHE DEL GIOCO E DELL'ANIMAZIONE

4412400097
DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE, FILOSOFICHE E DELLA FORMAZIONE
CORSO DI LAUREA
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE
2022/2023

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2019
ANNUALE
CFUOREATTIVITÀ
1PROGETTAZIONE INCLUSIVA DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA
636LEZIONE
2METODI E TECNICHE DEL GIOCO E DELL'ANIMAZIONE
636LEZIONE
Obiettivi
POSTO NELLA PARTE FINALE DEL PERCORSO FORMATIVO, L’INSEGNAMENTO FORNISCE LE COMPETENZE SPECIFICHE
PER CREARE CONTESTI EDUCATIVI NEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA (0-3 ANNI). I DUE MODULI CHE LO COMPONGONO SONO:
- IL MODULO “METODI E TECNICHE DEL GIOCO E DELL’ANIMAZIONE” FORNISCE CONOSCENZE AVANZATE SULLE TEORIE CONTEMPORANEE DEL GIOCO E SULLA SUA FUNZIONE NELLA PRIMA INFANZIA NONCHÉ COMPETENZE PER SVOLGERE ATTIVITÀ DI DIDATTICA LUDICA.
- IL MODULO “PROGETTAZIONE INCLUSIVA DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA” APPROFONDISCE LE CONOSCENZE DELLO STUDENTE SULLA PEDAGOGIA DELL’INCLUSIONE E FORNISCE COMPETENZE PER CREARE CONTESTI EDUCATIVI INCLUSIVI.

NELLO SPECIFICO, NEL QUADRO DELL’OFFERTA FORMATIVA L’OBIETTIVO DEL MODULO "METODI E TECNICHE DEL GIOCO E DELL'ANIMAZIONE" È FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DELLE TEORIE CONTEMPORANEE E DEGLI SCENARI EPISTEMOLOGICI DEL GIOCO, ALLA COMPRENSIONE DEL RUOLO DEL GIOCO NELLA PRIMA INFANZIA. OBIETTIVI FORMATIVI NECESSARI PER POTER ACQUISIRE LE COMPETENZE INDISPENSABILI FINALIZZATE ALLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI LUDO-DIDATTICA.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
- CONOSCENZA DEL RUOLO E DEI SIGNIFICATI DEL GIOCO NELLA FORMAZIONE UMANA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DEI PRINCIPI FONDAMENTALI CHE REGOLANO LE ATTIVITÀ LUDICHE NELLA PRIMA INFANZIA;
- CAPACITÀ DI VALUTARE PERCORSI DI LUDO-DIDATTICA IN RELAZIONE AI RISULTATI APPRENDITIVI E AI PROCESSI COGNITIVI ED EXTRA COGNITIVI, PSICOLOGICI E SOCIALI.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZE E COMPRENSIONE
- ESSERE IN GRADO DI SELEZIONARE E NELL’UTILIZZARE GLI STRUMENTI DI LUDO-DIDATTICA FINALIZZATI AD OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI;
- ESSERE IN GRADO DI INDIVIDUARE GLI STRUMENTI E LE TECNICHE DI GIOCO MAGGIORMENTE FUNZIONALI NEI CONTESTI DELLA PRIMA INFANZIA.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI VALUTARE IN AUTONOMIA:
- LA VALIDITÀ E I LIMITI DELLE SCELTE METODOLOGICHE EFFETTUATE ;
- LA SCELTA DEGLI STRUMENTI E DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE IN TERMINI DI EFFICIENZA ED EFFICACIA.
- I RISULTATI DELLE ATTIVITÀ PROGETTATE.
ABILITÀ COMUNICATIVE
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI SOSTENERE CONVERSAZIONI SU TEMATICHE RELATIVE AL GIOCO E ALLE ATTIVITÀ LUDICHE FACENDO RICORSO AD UNA TERMINOLOGIA SCIENTIFICA APPROPRIATA E AGLI STRUMENTI LUDICI E LE METODOLOGIE DI GIOCO ADATTE AL CONTESTO DI RIFERIMENTO.

I RISULTATI DI APPRENDIMENTO PREVISTI PER IL MODULO "PROGETTAZIONE INCLUSIVA DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA" SONO:
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
AL TERMINE DEL MODULO LO STUDENTE DOVRÀ DIMOSTRARE DI AVERE CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DELLA DISCIPLINA, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL TEMA DELLA PROGRAMMAZIONE E DELLA PROGETTAZIONE PEDAGOGICA DEI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI DI PRIMA INFANZIA.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE:
AL TERMINE DEL MODULO LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI STILARE UN PROGETTO PEDAGOGICO INCLUSIVO, FACENDO RIFERIMENTO AI CONCETTI E ALLE TEORIE ALLA BASE DELLA PROGRAMMAZIONE E DELLE MODALITÀ PROGETTUALI PER GARANTIRE UN PERCORSO EDUCATIVO DI QUALITÀ PER TUTTI GLI UTENTI.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
AL TERMINE DEL MODULO LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI FARE DELLE SCELTE E PRENDERE DECISIONI SULLA BASE DELLE CONOSCENZE E ABILITÀ ACQUISITE PER REDIGERE AUTONOMAMENTE UN PROGETTO PEDAGOGICO INCLUSIVO CHE MIRI AD UNA ESPERIENZA EDUCATIVA DI QUALITÀ PER GLI UTENTI DEI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI DI PRIMA INFANZIA.

ABILITÀ COMUNICATIVE:
AL TERMINE DEL MODULO LO STUDENTE DOVRÀ ESSERE IN GRADO DI ARGOMENTARE CON, FACENDO RIFERIMENTO ALLE TEORIE DI RIFERIMENTO PRESENTATE DURANTE IL MODULO ED UTILIZZANDO IN MANIERA APPROPRIATA IL LESSICO SPECIFICO DELLA DISCIPLINA.
Prerequisiti
PREREQUISITI E PROPEDEUTICITÀ
IL CORSO CONSOLIDA UN RAPPORTO GIÀ INTRAPRESO CON LE DISCIPLINE PSICO-PEDAGOGICHE DEGLI ANNI PRECEDENTI, NELLO SPECIFICO CON LA PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO, LE TEORIE DELL’APPRENDIMENTO E PEDAGOGIA SPECIALE. A TAL RIGUARDO SI PRESUPPONE CHE LO STUDENTE ABBIA GIÀ UNA CONOSCENZA DEGLI ELEMENTI DI BASE DELLA DISCIPLINA.
Contenuti
IL MODULO "METODI E TECNICHE DEL GIOCO E DELL'ANIMAZIONE" SARÀ INCENTRATO SULLE TEORIE DEL GIOCO AL FINE DI PROMUOVERE L’ACQUISIZIONE DI CONOSCENZE TEORICHE E DI PRATICHE LUDO-DIDATTICHE.
I TEMI SONO: INTRODUZIONE AL CONCETTO DI GIOCO: LA DIMENSIONE OLISTICA E PRINCIPI GENERALI, ETIMOLOGIA E SCENARI INTERPRETATIVI; LE DIMENSIONI DISCIPLINARI DEL GIOCO: PROSPETTIVA FILOSOFICA, SOCIO-ANTROPOLOGICA, PSICOANALITICA E PEDAGOGICA; L’ALFABETIZZAZIONE EMOTIVA E I METODI PER L’EDUCAZIONE LUDICO-EMOZIONALE; TV, CARTOON E PROGRAMMI PER L’INFANZIA TRA MEDIA E MEDIAZIONE;MOBILE GENERATION, DIGITAL DEVICES ED EDUCAZIONE PRE-SCOLARE.

IL MODULO "PROGETTAZIONE INCLUSIVA DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA" APPROFONDISCE LE SEGUENTI TEMATICHE:
- INTRODUZIONE AI TEMI CHIAVE DELL'INCLUSIONE E DELLA PROGETTAZIONE INCLUSIVA DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA NEL SISTEMA INTEGRATO 0-6
- RIFLESSIONI SUGLI APPROCCI ALLA PROGRAMMAZIONE, IL CURRICOLO E IL CICLO PROGETTAZIONE, OSSERVAZIONE, VERIFICA-VALUTAZIONE
- MODALITÀ PROGETTUALI PER UNA PROGETTAZIONE IN UN’OTTICA INCLUSIVA
- LA PROGETTUALITÀ DELL’EDUCATORE TRA MICROPROGETTAZIONE E MACROPROGETTAZIONE
- IL CONTESTO, LE RISORSE E GLI STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE INCLUSIVA – ANALISI DEGLI AMBIENTI, INDIVIDUAZIONE DEI NUMERI E LE TIPOLOGIE DEI GRUPPI DI BAMBINI, SUDDIVISIONE DEGLI SPAZI, ORGANIZZAZIONE DI TEMPI E DI ROUTINE, LA SCELTA DEI MATERIALI EDUCATIVO-DIDATTICI
- LE FIGURE PROFESSIONALI E NON NEI SERVIZI DI NIDO E PRIMA INFANZIA: PROGETTARE PER FAVORIRE LE SINERGIE E LE RELAZIONI TRA I VARI STAKEHOLDERS
Metodi Didattici
LE LEZIONI SI PROPONGONO DI OFFRIRE AGLI STUDENTI L’ACQUISIZIONE DI UNA METODOLOGIA IN GRADO DI FAR CONFLUIRE LA TEORIA IN PRASSI ATTRAVERSO LEZIONI FRONTALI, LAVORI COLLABORATIVI PER IMPARARE A LAVORARE IN TEAM E GESTIRE AUTONOMAMENTE IL PROPRIO PERCORSO DI STUDIO.

ASPETTI METODOLOGICI
PER IL MODULO "METODI E TECNICHE DEL GIOCO E DELL'ANIMAZIONE", GLI STUDENTI PROGETTANO, SPERIMENTANO, DOCUMENTANO LE ATTIVITÀ E AL TERMINE DEL CORSO CONDURRANNO UNA SESSIONE DI GIOCO:
•SAPER PROGETTARE UN’ATTIVITÀ DI GIOCO;
•SAPER IDEARE E CREARE STRUMENTI DI LUDO-DIDATTICA;
•SAPER CONDURRE UN’ATTIVITÀ DI GIOCO;
•SAPER DOCUMENTARE UN’ESPERIENZA DI GIOCO.

PER IL MODULO "PROGETTAZIONE INCLUSIVA DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA" SONO PREVISTE LEZIONI FRONTALI, ESERCITAZIONI E LAVORI DI GRUPPO PER UN TOTALE DI ORE COMPLESSIVO DI 36 ORE (6CFU).
Verifica dell'apprendimento
LA PROVA DI ESAME È FINALIZZATA A VALUTARE LA CAPACITÀ DELLO STUDENTE NELL’AVERE APPRESO I PRINCIPI FONDAMENTALI DEI DUE MODULI PREVISTI PER QUESTO INSEGNAMENTO. IL VOTO, ESPRESSO IN TRENTESIMI CON EVENTUALE LODE, DIPENDERÀ DALLA MATURITÀ ACQUISITA SUI CONTENUTI DEL CORSO.
ESSA CONSISTE IN UNA PROVA SCRITTA PROPEDEUTICA AD UN COLLOQUIO ORALE.
PER ACCEDERE ALLA PROVA ORALE È NECESSARIO RAGGIUNGERE ALMENO 18 PUNTI.
LA PROVA ORALE CONSISTERÀ IN UN COLLOQUIO SUGLI ARGOMENTI TRATTATI DURANTE IL CORSO.
AI FINI DELLA LODE SI TERRÀ CONTO:
•DELLA QUALITÀ DELL’ESPOSIZIONE, IN TERMINI DI UTILIZZO DI LINGUAGGIO SCIENTIFICO APPROPRIATO;
•DELLA CAPACITÀ DI ANALISI CRITICA DEI CONTENUTI ESPOSTI;
•DELL’AUTONOMIA DI GIUDIZIO DIMOSTRATA.
CIASCUNA PROVA PESERÀ IL 50% SUL VOTO FINALE. LA VALUTAZIONE DELLE DUE PROVE SARÀ ESPRESSA IN TRENTESIMI E IL PUNTEGGIO FINALE SARÀ DATO DALLA MEDIA PONDERATA DELLE DUE PROVE.
Testi
PER IL MODULO "METODI E TECNICHE DEL GIOCO E DELL'ANIMAZIONE"
TESTI DI RIFERIMENTO
•ANNARUMMA MARIA (2019). EPISTEMOLOGIA DEL GIOCO. LECCE: PENSA EDITORE.

TESTI CONSIGLIATI
•ANNARUMMA MARIA (2019). INFANZIA GIOCO TECNOLOGIE, PER UNA PEDAGOGIA DELLE EMOZIONE E UNA DIDATTICA DELLA CREATIVITÀ. LECCE: PENSA EDITORE.
• BONDIOLI ANNA (2008). GIOCO E EDUCAZIONE. MILANO FRANCOANGELI.
•RODARI G. (2001), GRAMMATICA DELLA FANTASIA. TORINO: EINAUDI.
•AZZOLIN S., RESTIGLIAN E. (2012). GIOCARE CON I SUONI. ESPERIENZE E SCOPERTE MUSICALI NELLA PRIMA INFANZIA. ROMA: CAROCCI FABER.

PER IL MODULO "PROGETTAZIONE INCLUSIVA DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA":

TESTI DI RIFERIMENTO:
-BONDIOLI, A. & SAVIO, D. (2018). EDUCARE L’INFANZIA. TEMI CHIAVE PER I SERVIZI 0-6. ROMA: CAROCCI EDITORE

TESTI CONSIGLIATI:
- TRAVERSO, A. (2016; RISTAMPA 2022). METODOLOGIA DELLA PROGETTAZIONE EDUCATIVA. ROMA: CAROCCI EDITORE;
- BULGARELLI, D. (2017). NIDO INCLUSIVO E BAMBINI CON DISABILITÀ. TRENTO: ERICKSON.
Altre Informazioni
PER L’ORARIO DI RICEVIMENTO CONSULTARE LA PAGINA WEB PERSONALE DEL DOCENTE
- HTTP://WWW.UNISA.IT/DOCENTI/MARIAANNARUMMA/INDEX
E-MAIL: MANNARUMMA@UNISA.IT

- HTTPS://DOCENTI.UNISA.IT/033877/HOME
E-MAIL: EZAPPALA@UNISA:IT

PER IL MODULO "PROGETTAZIONE INCLUSIVA DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA", LA FREQUENZA È CONSIGLIATA. GLI STUDENTI ERASMUS E I NON FREQUENTANTI SONO INVITATI A CONTATTARE LA DOCENTE PER AVERE DELUCIDAZIONI IN MERITO AL PROGRAMMA.

GLI STUDENTI IN MOBILITÀ ERASMUS PLUS POSSONO SCEGLIERE QUESTO INSEGNAMENTO SOLTANTO SE SONO ISCRITTI ALL'UNIVERSITÀ DI SALERNO PER TUTTO L'ANNO ACCADEMICO.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2023-01-23]