PEDAGOGIA DELL'INFANZIA (CON LABORATORIO)

Scienze dell'Educazione PEDAGOGIA DELL'INFANZIA (CON LABORATORIO)

4412400105
DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE, FILOSOFICHE E DELLA FORMAZIONE
CORSO DI LAUREA
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE
2022/2023

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2019
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1PEDAGOGIA DELL'INFANZIA
636LEZIONE
2LABORATORIO DI PEDAGOGIA DELL'INFANZIA
220LABORATORIO
AppelloData
APPELLO FEBBRAIO MARTINO07/02/2023 - 09:30
APPELLO FEBBRAIO MARTINO07/02/2023 - 09:30
Obiettivi
L’INSEGNAMENTO, POSTO ALL’INIZIO DEL PERCORSO FORMATIVO, AFFRONTA I NODI TEORICO-PRATICI DELLA PEDAGOGIA DELL’INFANZIA, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL CONCETTO DI CURA EDUCATIVA. L’INSEGNAMENTO VIENE PROPOSTO CON LABORATORIO PER CONFERIRE, PER MEZZO DI ESPERIENZE DI DIDATTICA LABORATORIALE, ASPETTI DI PRATICITÀ ALL'APPRENDIMENTO. L’INSEGNAMENTO INTENDE FAVORIRE L'ACQUISIZIONE DI CONOSCENZE STORICHE, EPISTEMOLOGICHE E METODOLOGICHE DELLA DISCIPLINA PROMUOVENDO UN’APPLICAZIONE CRITICA E PROBLEMATICA DELLE STESSE AL FINE DI PROMUOVERE PROCESSI DI CAMBIAMENTO E ADEGUATE IPOTESI D’INTERVENTO.
RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: CONOSCERE LE PRINCIPALI TEORIE PEDAGOGICHE RELATIVE ALL’INFANZIA; SAPER ANALIZZARE, AVVALENDOSI DI UNA METODOLOGIA ADEGUATA, I BISOGNI E LA DOMANDA DI CURA ED EDUCAZIONE RIGUARDANTI L’INFANZIA; CONOSCERE E FAVORIRE SIGNIFICATIVE ED EFFICACI RELAZIONI NEI CONTESTI SOCIO-EDUCATIVI.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATA: ESSERE IN GRADO DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE PER ANALIZZARE E INTERPRETARE DIACRONICAMENTE I TESTI E I CONTESTI EDUCATIVI; SAPER VALUTARE, MONITORARE, PROGETTARE E VERIFICARE NEI CONTESTI EDUCATIVI PER L’INFANZIA CON INTENZIONALITÀ E CONTINUITÀ; SAPER APPLICARE IN MANIERA AUTONOMA E CRITICA LE CONOSCENZE ACQUISITE ANCHE ATTRAVERSO IL PERCORSO LABORATORIALE.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO: SAPER CONTESTUALIZZARE L’EFFICACIA DELLE TEORIE E DELLE METODOLOGIE (CONOSCENZE); SAPER ANALIZZARE AUTONOMAMENTE E CRITICAMENTE, IN UNA PROSPETTIVA INTRA- E TRANS- DISCIPLINARE, I BISOGNI E LA DOMANDA DI CURA ED EDUCAZIONE NEI CONTESTI PER L’INFANZIA INDIVIDUANDO ADEGUATI OBIETTIVI, METODOLOGIE ED EFFICACI PROPOSTE DI CAMBIAMENTO.

ABILITÀ COMUNICATIVE: SAPER COMUNICARE LE ANALISI E LA PROGETTUALITÀ POSSIBILE NEI NIDI PER L’INFANZIA ATTRAVERSO ADEGUATI REGISTRI INFORMATIVI; SAPER MOTIVARE LE SCELTE INTERPRETATIVE; SAPER COMUNICARE, CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO, INFORMAZIONI E PROBLEMATICHE CONNESSE ALLA PEDAGOGIA DELL’INFANZIA A PUBBLICI DIFFERENZIATI DI SPECIALISTI E DI NON SPECIALISTI.

CAPACITÀ DI APPRENDERE: ACQUISIZIONE DEI PRINCIPALI STRUMENTI DI BASE E DELLA CAPACITÀ DI FARNE USO IN MODO DA POTER AFFRONTARE AUTONOMAMENTE PROBLEMI INATTESI E ULTERIORI STUDI NEL CAMPO DELLA PEDAGOGIA DELL’INFANZIA; SAPER USARE LE CONOSCENZE ACQUISITE, ANCHE ATTRAVERSO IL LABORATORIO, PER MONITORARE ED ORIENTARE IL PROPRIO SVILUPPO PROFESSIONALE; POSSEDERE CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO FUNZIONALI ALLO STUDIO AUTONOMO E ALLA PRODUZIONE DI CONOSCENZE SITUATE.

Prerequisiti
NESSUNO
Contenuti
L’INSEGNAMENTO, ATTRAVERSO UN PERCORSO STORICO, EPISTEMOLOGICO E TEMATICO, INTENDE AFFRONTARE I NODI TEORICO-PRATICI DELLA PEDAGOGIA DELL’INFANZIA, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL CONCETTO DI CURA EDUCATIVA. IL CORSO SARÀ VOLTO A SCANDAGLIARE I SEGUENTI ASSI TEMATICI: ANALISI STORICO-CRITICA DELLE PREVALENTI IMMAGINI DELLA PRIMA INFANZIA (0-3 ANNI); CURA EDUCATIVA E ROUTINE; CON-TESTI EDUCATIVI PER L’INFANZIA E ATMOSFERE PEDAGOGICHE.
IL LABORATORIO DI PEDAGOGIA DELL’INFANZIA (20 ORE) È PARTE INTEGRANTE DEL CORSO. ORGANIZZATO E SUPERVISIONATO DAL DOCENTE, IL LABORATORIO SARÀ DEDICATO AL TEMA DELLA FANTASIA E DELLA CREATIVITÀ.
DOPO UNA RIFLESSIONE TEORICA SULLE IMPLICAZIONI E SUL POTENZIALE PEDAGOGICO DELLA DIMENSIONE SENSORIALE, EMOTIVA ED IMMAGINATIVA, IL DOCENTE PROPORRÀ UNA SERIE DI MATERIALI – RICAVATI DA QUELLA RISERVA POETICO-CULTURALE ED ESPRESSIVA CHE È L’UNIVERSO LETTERARIO, DRAMMATURGICO, ARTISTICO – PER LA REALIZZAZIONE DI UN LABORATORIO LUDICO-TATTILE DA INSERIRE IN UN IDEALE ‘CURRICULUM OLISTICO’ 0-3 ANNI. LE ATTIVITÀ LABORATORIALI SARANNO SVOLTE DAGLI STUDENTI MEDIANTE LAVORI DI GRUPPO. LA FREQUENZA DEL LABORATORIO È OBBLIGATORIA. LA VALUTAZIONE DELLE ATTIVITÀ REALIZZATE AVVERRÀ, DOPO LA PRESENTAZIONE DEL LABORATORIO LUDICO-CREATIVO REALIZZATO DAI FREQUENTANTI, TRAMITE LA FORMULAZIONE DI UN GIUDIZIO DI IDONEITÀ DA PARTE DEL DOCENTE.
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO PREVEDE LEZIONI FRONTALI, CHE SI SVOLGONO IN AULA CON L’AUSILIO DI PROIEZIONI E MEDIANTE LA LETTURA DI TESTI CON ANALISI E DISCUSSIONE DEL LORO CONTENUTO DA PARTE DELLA CLASSE.

Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DEL'INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI.L'ESAME PREVEDE UNA PROVA ORALE CHE CONSISTE NELLA DISCUSSIONE FINALIZZATA AD ACCERTARE IL LIVELLO DI CONOSCENZA E COMPRENSIONE RAGGIUNTO DALLO STUDENTE SUI CONTENUTI DELL'INSEGNAMENTO NONCHÈ A VERIFICARE LA CAPACITÀ DI ESPOSIZIONE RICORRENDO ALLA TERMINOLOGIA APPROPIATA . LA LODE POTRÀ ESSERE ATTRIBUITA AGLI STUDENTI CHE RAGGIUNGANO IL VOTO MASSIMO DI 30/30 E DIMOSTRINO DI APPLICARE IN MODO AUTONOMO ED ORIGINALE LE CONOSCENZE E LE COMPETENZE ACQUISITE.
Testi
G. ACONE, L'ORIZZONTE TEORICO DELLA PEDAGOGIA CONTEMPORANEA, EDISUD, SALERNO, 2005 (PARTE PRIMA: CAP. I, II, V, VI)
M. AMADINI, A. BOBBIO, A. BONDIOLI, E. MUSI, ITINERARI DI PEDAGOGIA DELL'INFANZIA, SCHOLÉ, BRESCIA, 2018 (PRIMA PARTE: PP. 11-75; SECONDA PARTE: PP. 137- 173; TERZA PARTE PP. 211- 263, PP. 305-314).
Altre Informazioni
IL LABORATORIO PREVEDE UNA FREQUENZA OBBLIGATORIA.
OGNI VARIAZIONE CONCERNENTE L'ATTIVITÀ DIDATTICA VERRÀ TEMPESTIVAMENTE SEGNALATA SUL SITO DEL DISUFF, ALL’INTERNO DELLA PAGINA PERSONALE DEL DOCENTE

  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2023-01-23]