SCIENZE DELL'EDUCAZIONE

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE, FILOSOFICHE E DELLA FORMAZIONE
Anno Accademico2018/2019
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-19 - Classe delle lauree in Scienze dell'educazione e della formazione

LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE

Il Corso di Studio in Scienze dell'Educazione (L-19) ha l'obiettivo di formare specialisti capaci di rispondere ai bisogni formativi ed educativi di una società in trasformazione e di misurarsi con differenti platee di domanda educativa: primissima infanzia, disagio minorile, educazione degli adulti e formazione continua, integrazione di migranti, sostegno alle competenze cognitive e relazionali nell'età avanzata.

La laurea triennale, in particolare, forma un laureato versatile, ben introdotto alle scienze umane di base (pedagogia, didattica, psicologia, scienze sociali e del territorio, antropologia, storia, filosofia, saperi letterari e linguistici...), ma anche già dotato di esperienze pratiche in situazioni educative tipiche attraverso tirocini e altre forme di contatto Università-territorio. Viene particolarmente curata nel corso la preparazione anche etica e deontologica dell'educatore, specialista nella costruzione di relazioni che aiutino l'inclusione nonché la crescita di relazioni comunicative tra persone e generazioni.

Organizzazione del corso

A partire dall'anno accademico 2011-2012 il Corso di Studi e' organizzato in due curricula "Scienze e metodologie dell'educazione" e "Animatori di nido e di comunita' della prima infanzia".

Entrambi i curricula prevedono 20 insegnamenti (compreso l'esame libero) da 6 o 12 CFU. Entrambi i curricula prevedono un laboratorio di lingua straniera (inglese) da 5 CFU finalizzato al conseguimento di una competenza linguistica di livello B1. Entrambi i curricula prevedono un laboratorio di attività  informatiche per l'educazione. Entrambi i curricula prevedono un tirocinio di 6 CFU da svolgersi a partire dal secondo anno presso Enti esterni convenzionati con il Corso di Studi sotto la direzione di un tutor interno scelto tra i docenti. Entrambi i curricoli prevedono 3 CFU per l'esame di laurea triennale: l'esame di laurea consiste nella discussione di una dissertazione composta dallo studente su un argomento inerente i settori disciplinari presenti nel corso di laurea o comunque coerente con il progetto formativo del Corso. Il Corso prevede anche insegnamenti da tenersi in lingua straniera (inglese, al momento) offerti in opzione rispetto a corsi di peso accademico corrispondente offerti in lingua italiana.

Il primo curriculum offre un ampio ventaglio di discipline funzionali alla progettazione educativa in generale, soprattutto nelle aree a rischio dell'adolescenza e della prima età adulta, come anche discipline utili per successive carriere di insegnamento e di ricerca in ambito pedagogico. Il secondo curriculum offre un ampio ventaglio di discipline funzionali alla progettazione educativa in generale, ma con una forte presenza di discipline specificamente curvate sulla cura dell'infanzia da 0 a 3 anni e sulle pratiche di gestione dei servizi per l'infanzia.

Sbocchi professionali

I ruoli professionali corrispondono alla declaratoria dell'ISFOL (Istituto per lo Sviluppo della Formazione dei Lavoratori) e ai profili definiti dall'AIF (Associazione Italiana Formatori) e fanno riferimento alla Categoria 3 "Professioni Tecniche" -3.4 "Professioni tecniche nei servizi pubblici e alle persone": "Tutori, istitutori e insegnanti nella formazione professionale ed assimilati" della classificazione delle professioni dell'ISTAT.

In particolare il corso di laurea triennale prepara alle professioni di:

Formatori ed esperti nella progettazione formativa e curricolare;

Consiglieri dell'orientamento;

Tutor, istitutori, docenti nella formazione professionale ed assimilati;

Tecnici dei servizi di informazione e di orientamento scolastico e professionale;

Educatori per asili nido e comunita'  familiari;

Animatori per l'infanzia e la prima adolescenza.

Prosecuzione degli studi

Lo sbocco naturale del corso di laurea in Scienze dell'Educazione sono le Lauree Magistrali di Scienze pedagogiche e di altre discipline educative (classi LM-50, LM-57, LM-85, LM-93). Di esse, due sono attivate presso il Corso di Studi, la Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche (LM-85) e la Laurea Magistrale in Educatore Professionale ed Esperto della Formazione Continua (LM-57).

Tutor, animatore, istitutore, orientatore, nei servizi educativi di base e nella formazione professionale

Funzione nel contesto lavorativo

Il Corso di Laurea in Scienze dell' Educazione assume come compito la formazione di personale adeguato alla richiesta sempre più variegata di educazione che proviene dalla società contemporanea e che coinvolge platee molto differenti tra loro (primissima infanzia, disagio minorile, educazione degli adulti e formazione continua, integrazione di migranti, sostegno alle capacità cognitive nelle età più avanzate).

In particolare, il curriculum ENCPI (Educatori di Nido e di Comunità della Prima Infanzia) è programmato per quanti svolgeranno funzioni di animazione, assistenza, educazione in tutti i servizi per la prima infanzia, dall'asilo nido alla casa-famiglia, svolgendo in particolare le seguenti attività:

- fornire cure fisiche al bambino (alimentazione, igiene personale, sonno);

- organizzare attività di gioco nelle loro diverse tipologie;

- curare i rapporti con le famiglie;

- proporre esperienze sensoriali ai bambini;

- curare gli aspetti psicomotori;

- curare gli aspetti linguistici;

- analizzare i bisogni cognitivi ed emotivi dei bambini.

Il curriculum SME (Scienze e Metodologie dell'Educazione) prepara i profili professionali di istruttore, formatore o tutor nei servizi educativi funzionali all'educazione permanente e alla formazione professionale continua, presso enti locali, enti di formazione, imprese e associazioni di categoria, con competenze adeguate per:

- progettare attività formative;

- coordinare l'attività didattica;

- fornire supporto per la didattica;

- monitorare e valutare le attività di formazione;

- preparare lezioni e materiale didattico;

- svolgere attività di mediazione tra allievi e docenti;

- individuare bisogni formativi;

- valutare le capacità e risorse degli allievi;

- accompagnarli in percorsi di inserimento.

Competenze associate alla Funzione

I laureati trovano impiego nelle organizzazioni finalizzate ai servizi alla persona, con ruoli di tecnici del reinserimento e dell'integrazione sociale (profilo ISTAT 3.4.5.2), di orientatori nei percorsi scolastici e professionali (profilo ISTAT 3.4.5.3.0) e nella formazione continua (profilo ISTAT 3.4.2.2.0).

Sbocchi Professionali

Il laureato può trovare impiego o collaborare presso organizzazioni private o pubbliche: asili nido pubblici e privati, ludoteche, case-famiglia; centri per il recupero scolastico; servizi educativi finalizzati alla riabilitazione sociale; centri di formazione professionale.

Alternativamente, il laureato può proseguire gli studi senza debiti formativi con la laurea magistrale in Scienze Pedagogiche (LM 85) e con la laurea magistrale in Educatori Professionali ed Esperti della Formazione Continua (LM 57) entrambe già attivate presso il Corso di Studi.

Insegnanti nella formazione professionale3.4.2.2.0
Tecnici del reinserimento e dell'integrazione sociale3.4.5.2.0
Tecnici dei servizi per l'impiego3.4.5.3.0
Maria ANNARUMMA
Daniela CALABRO'
Piera DE LUNA
Emilio GIN
Emiliana MANNESE
Paola MARTINO
Francesco PIRO
Fabiana QUATRANO
Davide Francesco TARIZZO
Giuseppe Maria VISCARDI
Angelo Maria VITALE
Paola MARTINO
Piera DE LUNA
Daniela CALABRO'
Giuseppina MARSICO
Maria ANNARUMMA
Francesco PIRO
Martina DEL CORVO
Fabiana MURANO
Giovanna PILIERO
Mario PIRONTI
Fonte AVA-SUA