INGEGNERIA INFORMATICA

Ingegneria Informatica INGEGNERIA INFORMATICA

StrutturaDIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE ED ELETTRICA E MATEMATICA APPLICATA
Anno Accademico2022/2023
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-32 - Classe delle lauree magistrali in Ingegneria informatica

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica è finalizzato a fornire allo studente contenuti metodologici e competenze progettuali di elevato livello per risolvere problemi negli ambiti applicativi tradizionali dell'informatica (software engineering, web, reti di calcolatori, architetture e sistemi), ma anche in quelli, oggigiorno indispensabili, dei sistemi e delle reti di telecomunicazioni, della robotica e dell'automazione industriale, dei sistemi embedded.

Il percorso formativo proposto è finalizzato a sviluppare a livello avanzato le competenze metodologiche di analisi dei problemi nel settore e delle loro relativa risoluzione, articolando la progettazione dei sistemi hardware e software necessari.

Il percorso formativo è diviso in sei curricula:

MODELLI E APPLICAZIONI SOFTWARE: Il curriculum ha la finalità di sviluppare le competenze necessarie a progettare e realizzare sistemi software avanzati, basati su approcci e tecnologie non tradizionali. In particolare, verranno presentati approcci basati sulla collaborazione e sull'interazione di agenti software indipendenti, anche distribuiti su più macchine collegate attraverso internet, includendo la possibilità di agenti con un comportamento intelligente per la soluzione di problemi complessi; tali approcci consentono di realizzare sistemi software in grado di adattarsi a grandi volumi di richieste dividendo il lavoro tra più computer in rete.

Inoltre verranno fornite le competenze per lo sviluppo di applicazioni che trattano flussi di dati multimediali, effettuando sia elaborazioni di basso livello quali la riduzione del rumore e la trasformazione dei dati, sia elaborazioni di alto livello quali il rilevamento e il riconoscimento di oggetti all'interno di immagini e video.

FABBRICA INTELLIGENTE: Il curriculum ha la finalità di sviluppare le competenze necessarie a progettare e realizzare sistemi, applicazioni e metodologie nella fabbrica intelligente (Industria 4.0), consentendo l'integrazione delle più avanzate tecnologie digitali nella fabbrica ai vari livelli. In particolare si forniscono le competenze relative alla robotica industriale e alla progettazione di robot industriali cognitivi, in grado di cooperare tra loro e con l'uomo usando interfacce percettive (riconoscimento vocale e visione artificiale) e alla interpretazione dei dati ai vari livelli della fabbrica (volumi di produzione, qualità della produzione, dati logistici) a scopi previsionali e di business intelligence. Completa il curriculum la presentazione di moderni sistemi di datawarehouse e delle relative tecniche di dimensionamento, progettazione e adattamento alla fabbrica.

ARTIFICIAL INTELLIGENCE AND INTELLIGENT ROBOTICS: Il curriculum ha la finalità di sviluppare le competenze necessarie a progettare e realizzare applicazioni, basate sui moderni paradigmi del machine learning e dell'artificial intelligence, che siano finalizzate ad implementare macchine intelligenti e sistemi con capacità cognitive e percettive; in particolare quelle derivate dalla visione artificiale, come il riconoscimento di oggetti, persone, volti, azioni etc., dell'intelligenza di ambiente, come l'identificazione e la caratterizzazione della scena con tutte le sue componenti, del riconoscimento e la sintesi del parlato etc.

Il curriculum presenta la finalizzazione delle suddette competenze nella robotica sociale, nel controllo e nella robotica industriale intelligente e nei veicoli a guida autonoma (auto e droni).

IOT AND EMBEDDED SYSTEMS: Il curriculum fornisce competenze di progettazione di sistemi embedded e Internet of Things nei vari ambiti applicativi. Il focus è sugli aspetti progettuali dell'intero sistema a partire dalle varie piattaforme hardware di sviluppo già disponibili, integrando componenti e dispositivi disponibili sul mercato, gestendo l'interfacciamento con sensori e attuatori basati su diverse tecnologie, progettando e realizzando software che si interfaccia direttamente con gli elementi interni del sistema operativo o con l'hardware (es. driver di periferiche), e sistemi di controllo digitale. Particolare enfasi viene data agli aspetti progettuali e realizzativi specifici dei sistemi embedded real time e ad alta affidabilità (per applicazioni critiche in settori quali quello automobilistico, ferroviario o aeronautico).

AUTOMATION AND CONTROL SYSTEMS: Il curriculum fornisce competenze sulle moderne metodologie e tecnologie per progettare e realizzare apparati ad elevate prestazioni atti a rendere, per quanto possibile, indipendente dall’intervento dell’uomo il funzionamento di macchine, processi, impianti, reti di distribuzione e sistemi complessi. In particolare sono fornite competenze sulla modellazione e progettazione di sistemi robotici industriali e robot mobili, sulla progettazione e realizzazione di sistemi di controllo digitiali, metodologie innovative di progettazione di sistemi di controllo basati sui dati, metodologie e strumenti per la progettazione di sistemi di controllo avanzati basati, ad esempio, su strategie di controllo ottimo e di controllo robusto.

CYBERSECURITY: Il curriculum fornisce competenze sulla progettazione e realizzazione di sistemi informatici sicuri e in grado di proteggere l'integrità e la riservatezza delle informazioni da attacchi esterni. In particolare, verranno approfonditi gli aspetti metodologici per la costruzione di applicazioni 'secure by design', le possibili minacce alla sicurezza dei sistemi di calcolo e delle reti, con le relative contromisure, la sicurezza delle applicazioni distribuite in cui l'infrastruttura è disseminata nel cloud, e le più recenti tecniche e le metodologie basate sull'intelligenza artificiale per la protezione delle infrastrutture e dei sistemi.

Qualunque sia l'indirizzo scelto, lo studente può completare la sua preparazione con degli esami a scelta in una ampia rosa di offerte.

La quasi totalità degli insegnamenti pertanto prevedono attività sperimentali di laboratorio tese allo sviluppo delle abilità analitiche e progettuali dello studente. Inoltre, le attività di sviluppo della tesi possono essere sviluppate in collaborazione con aziende ed enti italiani o stranieri. Particolare attenzione è rivolta allo sviluppo di capacità trasversali e di notevole interesse pratico, come quelle relazionali necessarie per lavorare in gruppo e di comunicazione nel presentare gli esiti delle attività di analisi e progetto.

È previsto, per tutti i curricula, un PERCORSO DI ECCELLENZA, con lo scopo di valorizzare la formazione degli studenti iscritti, meritevoli ed interessati ad attività di approfondimento e di integrazione culturale. Il Percorso di Eccellenza consiste in attività formative aggiuntive a quelle del corso di studio, programmate dal Consiglio Didattico per ogni anno accademico; alcune di queste attività sono svolte in collaborazione con importanti aziende nazionali e internazionali, e possono consentire il conseguimento di cerficazioni professionali. La partecipazione a queste attività è supportata economicamente dal Dipartimento di riferimento.

Il percorso formativo prepara inoltre ad un eventuale proseguimento degli studi verso un Dottorato di Ricerca, un Master di II livello o altri corsi di studio universitario di terzo ciclo.

A scelta dello studente è possibile selezionare anche un piano di studi internazionale, con periodi di formazione in sede e in Francia, presso la Scuola di Ingegneria Superiore di Caen, che porta al conseguimento del doppio titolo di Ingegnere Informatico, valido in Italia e in Francia, all'abilitazione all'esercizio della professione di Ingegnere Informatico in Francia, oltre che alla certificazione delle competenze linguistiche acquisite.

Il Corso di Laurea Magistrale di Ingegneria informatica ha conseguito nel 2013 il prestigioso accreditamento di qualità secondo gli standard EUR-ACE (EURopean ACcredited Engineer - www.enaee.eu/eur-ace-system), a conferma della costante attenzione al miglioramento del processo formativo e del continuo rinnovamento dei contenuti didattici per renderli adeguati alle richieste del mondo del lavoro.

Il corso di Laurea è gestito dal Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione ed Elettrica e Matematica Applicata (D.I.E.M).

Analista e progettista di applicazioni software

Funzione nel contesto lavorativo

L’Ingegnere Informatico magistrale analista e progettista di applicazioni software definisce l'architettura e progetta, a partire dalle specifiche, sistemi software complessi, eventualmente distribuiti e/o basati sull’impiego di agenti intelligenti. Pianifica e gestisce tutte le fasi del ciclo di vita di un prodotto o servizio software. Può inoltre operare a livello infrastrutturale, per la progettazione e dimensionamento di data center e/o reti informatiche.

Competenze associate alla Funzione

Competenze specifiche:

L’Ingegnere Informatico analista e progettista di applicazioni software è in grado di:

- analizzare o individuare le esigenze del cliente (tramite realizzazione di studi di fattibilità, individuazione degli strumenti più idonei, analisi dei problemi aziendali, definizione dei requisiti hardware e software);

- definire le specifiche tecniche per la realizzazione del software;

- progettare, sviluppare e testare software per diverse aree ed esigenze applicative

- creare, modificare o verificare software e altri applicativi;

- svolgere attività di manutenzione straordinaria su sistemi o programmi;

Ulteriori competenze:

E’ inoltre in grado di fornire consulenza ai clienti su software o sistemi informatici; progettare , sviluppare o controllare la realizzazione dei progetti; redigere e presentare rapporti e documenti tecnici (ad esempio manuali d'uso, ecc.); fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito ai sistemi informatici; redigere preventivi o offerte tecniche per il cliente; curare i rapporti con i clienti; studiare e aggiornarsi; fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito a software informatici; gestire e/o coordinare le risorse umane.

Sbocchi Professionali

Dipartimenti IT di aziende di medie e grandi dimensioni.

Società di consulenza informatica.

Società di sviluppo software.

Specialista in Intelligenza Artificiale e in Robot Intelligenti

Funzione nel contesto lavorativo

L’Ingegnere Informatico specialista in Intelligenza Artificiale e in Robot Intelligenti si occupa della progettazione, implementazione, validazione di sistemi IT, applicazioni software e sistemi robotici complessi che facciano uso preponderante di tecniche di intelligenza artificiale e di analisi dei dati. La sua figura è dedicata alla progettazione e gestione di soluzioni e tecnologie di Intelligenza Artificiale e alla loro utilizzazione nei settori prioritari dell'industria, del settore pubblico, della società e dell'ambiente.

Competenze associate alla Funzione

Competenze specifiche:

Lo specialista in Intelligenza Artificiale e in Robot Intelligenti è in grado di:

- applicare algoritmi di Machine Learning a problemi complessi, definendo opportunamente i corrispondenti parametri di funzionamento;

- individuare ed applicare algoritmi di Intelligenza Artificiale per la realizzazione di applicazioni basate sul riconoscimento e sull’interpretazione di immagini e altri dati multimediali;

- progettare e realizzare sistemi robotici complessi basati sull'uso di approcci basati su tecniche di Intelligenza Artificiale;

- progettare e realizzare sistemi a guida autonoma, sia terrestre che aerea;

- realizzare algoritmi, anche distribuiti, di statistical learning per estrarre informazioni da dati eterogenei.

Ulteriori competenze:

E’ inoltre in grado di fornire consulenza ai clienti su software o sistemi informatici; impostare, sviluppare o controllare la realizzazione dei progetti; redigere e presentare rapporti e documenti tecnici (ad esempio manuali d'uso, ecc.); fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito ai sistemi informatici; redigere preventivi o offerte tecniche per il cliente; curare i rapporti con i clienti; studiare e aggiornarsi; fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito a software informatici; gestire e/o coordinare le risorse umane.

Sbocchi Professionali

Dipartimenti di ricerca e sviluppo in grandi aziende private o in enti pubblici;

Dipartimenti IT di aziende di medie e grandi dimensioni.

Società di consulenza informatica.

Società di sviluppo software.

Startup del settore industriale ad elevato contenuto tecnologico.

Analista e progettista di applicazioni ed architetture informatiche sicure

Funzione nel contesto lavorativo

L'ingegnere informatico nell’area della progettazione di applicazioni ed architetture informatiche sicure si occupa dell’analisi dei rischi di un sistema IT, della definizione di architetture che consentano di proteggere i dati e/o i sistemi da attacchi informatici; progetta applicazioni software sicure basate su tecnologie di Intelligenza Artificiale e di secure programming.

Competenze associate alla Funzione

Competenze specifiche:

Il progettista di applicazioni e architetture di sicurezza informatica è in grado di:

- analizzare e quantificare i rischi di un sistema IT

- progettare e dimensionare infrastrutture di calcolo, sia localizzate in datacenter che distribuite in cloud, tenendo conto in fase di progettazione dei requisiti di sicurezza;

- valutare per un sistema IT il soddisfacimento dei requisiti di sicurezza imposti da legislazioni nazionali o internazionali;

- progettare ed implementare soluzioni software basate su tecnologie di Intelligenza Artificiale negli ambiti della cybersecurity, dell’analisi biometrica, della videosorveglianza intelligente;

- progettare ed implementare applicazioni adottando le principali tecniche di secure programming.

Ulteriori competenze:

E’ inoltre in grado di fornire consulenza ai clienti su software o sistemi informatici; impostare, sviluppare o controllare la realizzazione dei progetti; redigere e presentare rapporti e documenti tecnici (ad esempio manuali d'uso, ecc.); fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito ai sistemi informatici; redigere preventivi o offerte tecniche per il cliente; curare i rapporti con i clienti; studiare e aggiornarsi; fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito a software informatici; gestire e/o coordinare le risorse umane.

Sbocchi Professionali

Dipartimenti IT di aziende di dimensioni medie o grandi.

Società di consulenza informatica e sistemistica.

Società di ingegneria per l’integrazione dei sistemi.

Organismi di controllo e certificazione.

Analista e progettista di sistemi embedded

Funzione nel contesto lavorativo

L'ingegnere informatico che opera come progettista di sistemi embedded progetta e realizza sistemi hardware/software basate su piattaforme embedded dedicate in grado di garantire il rispetto dei vincoli (prestazioni, consumo, ingombro, affidabilità, costo, ecc.) in svariati ambiti applicativi, tra cui quelli legati ai sistemi di telecomunicazioni, biomedicali, automotive, avionici, domotici e più in generale dell'Internet of Things (IoT).

Competenze associate alla Funzione

Competenze specifiche:

Il progettista di sistemi embedded è in grado di:

- sviluppare applicazioni su sistemi embedded, interfacciando componenti hardware di varia natura, e progettando e realizzando il software di controllo;

- realizzare applicazioni che si interfacciano a basso livello con il sistema operativo, e moduli/driver del sistema operativo;

- progettare e realizzare sistemi embedded avanzati, con vincoli stringenti di funzionamento real-time e di affidabilità;

- progettare e realizzare sistemi di controllo su piattaforme embedded;

- selezionare sensori, attuatori e circuiti per l'interfacciamento al campo;

- interfacciare sensori, attuatori e circuiti a sistemi embedded.

Ulteriori competenze:

E’ inoltre in grado di fornire consulenza ai clienti su software o sistemi informatici; impostare, sviluppare o controllare la realizzazione dei progetti; redigere e presentare rapporti e documenti tecnici (ad esempio manuali d'uso, ecc.); fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito ai sistemi informatici; redigere preventivi o offerte tecniche per il cliente; curare i rapporti con i clienti; studiare e aggiornarsi; fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito a software informatici; gestire e/o coordinare le risorse umane.

Sbocchi Professionali

Aziende del settore automotive, biomedicale, avionica.

Aziende del settore industriale ad elevata componente tecnologica.

Società di consulenza informatica.

Società di ingegneria per l’integrazione dei sistemi.

Analista e progettista di Smart Systems

Funzione nel contesto lavorativo

L’ingegnere informatico che opera come analista e progettista di smart systems si occupa di tutte le fasi di analisi, progettazione, implementazione, installazione e gestione di Smart Systems distribuiti, capaci, cioè, di interagire direttamente e dinamicamente con il mondo reale mediante sistemi hardware e software per la raccolta e l’analisi dei dati, sistemi robotici complessi basati anche su approcci cognitivi, tecnologie di Intelligenza Artificiale che dotano il sistema complessivo della capacità di operare in maniera autonoma, in sicurezza e affidabilità, in tutte le circostanze di rilievo. All’interno di questo modello rientrano applicazioni quali: Fabbriche Intelligenti (Industria 4.0), Smart Cities, Smart Mobility, Smart Grids.

Competenze associate alla Funzione

Competenze specifiche:

L’analista e progettista di Smart Systems è in grado di:

- progettare e realizzare sistemi robotici complessi basati sull'uso di approcci cognitivi;

- progettare, dimensionare e realizzare sistemi per la raccolta e l'analisi dei dati di un impianto, e per il supporto alle decisioni tattiche e strategiche;

- progettare il controllore di un robot;

- implementare algoritmi di statistical learning per estrarre informazioni da dati eterogenei di un impianto

Ulteriori competenze:

E’ inoltre in grado di fornire consulenza ai clienti su software o sistemi informatici; impostare, sviluppare o controllare la realizzazione dei progetti; redigere e presentare rapporti e documenti tecnici (ad esempio manuali d'uso, ecc.); fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito ai sistemi informatici; redigere preventivi o offerte tecniche per il cliente; curare i rapporti con i clienti; studiare e aggiornarsi; fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito a software informatici; gestire e/o coordinare le risorse umane.

Sbocchi Professionali

Società di consulenza informatica e sistemistica.

Società di sviluppo software.

Società di ingegneria per l’integrazione dei sistemi.

Analista e progettista di sistemi di controllo ed automazione industriale

Funzione nel contesto lavorativo

L'ingegnere informatico che opera come progettista di sistemi di controllo ed automazione industriale, si occupa della progettazione e implementazione di algoritmi di ottimizzazione, stima e controllo, mirati alla gestione automatica di sistemi complessi anche a carattere distribuito, nonché della progettazione del controllore di robot industriali.

Competenze associate alla Funzione

Competenze specifiche:

Il progettista di sistemi di controllo e automazione industriale è in grado di:

- progettare il controllore di un robot;

- progettare e realizzare sistemi di controllo su piattaforme embedded;

- valutare e applicare algoritmi basati sui dati per il calcolo di politiche di controllo;

- progettare controllori avanzati.

Ulteriori competenze:

E’ inoltre in grado di fornire consulenza ai clienti su software o sistemi informatici; impostare, sviluppare o controllare la realizzazione dei progetti; redigere e presentare rapporti e documenti tecnici (ad esempio manuali d'uso, ecc.); fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito ai sistemi informatici; redigere preventivi o offerte tecniche per il cliente; curare i rapporti con i clienti; studiare e aggiornarsi; fare formazione/informazione al personale o agli utenti finali in merito a software informatici; gestire e/o coordinare le risorse umane.

Sbocchi Professionali

Aziende nei settori industriali della robotica, aeronautica/aerospazio, automotive, produzione/distribuzione dell'energia.

Aziende del settore industriali con esigenze di automazione della produzione.

Società di consulenza sistemistica.

Società di ingegneria per l’integrazione dei sistemi.

Analisti e progettisti di software2.1.1.4.1
Analisti di sistema2.1.1.4.2
Amministratori di sistemi2.1.1.5.3
Specialisti in sicurezza informatica2.1.1.5.4
Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze ingegneristiche industriali e dell’informazione2.6.2.3.2
Francesco BASILE
Vincenzo CARLETTI
Pasquale CHIACCHIO
Giuseppe D'ANIELLO
Diego GRAGNANIELLO
Pierluigi RITROVATO
Giovanni RUSSO
Alessia SAGGESE
Mario VENTO
Ivan VISCONTI
Mario VENTO
Angelo MARCELLI
Vincenzo TUCCI
Patrizia LAMBERTI
Pasquale CHIACCHIO
Mario Boccia
Salvatore Apicella
Armando Purgante
Anthony Belgianni
Davide Tramice
Camilla Carpinelli
Marco Savastano
Fonte AVA-SUA