Presentazione del Corso

Fisica Presentazione del Corso

l Corso di Studio Magistrale in Fisica, di durata biennale, prevede una formazione generale trasversale ai vari ambiti disciplinari della Fisica, insieme a una formazione scelta dallo studente all'interno di una offerta multipla che risponde a specifiche esigenze formative nelle aree della Fisica Teorica, della Fisica della Materia, della Fisica delle Alte Energie, della Fisica Statistica, dell'Astrofisica e della Geofisica. Tale formazione, oltre ad aprire la strada alla ricerca scientifica e all’insegnamento nelle scuole secondarie superiori, prevede anche l'acquisizione di metodologie avanzate che consentono al laureato di operare in settori industriali strategici per l’avanzamento tecnologico (materiali e dispositivi innovativi, fisica sanitaria, fisica dell’ambiente, analisi di big data, settore aerospaziale, economia e finanza, telecomunicazioni e informatica, ecc.), nonché in ambiti non strettamente scientifici in cui siano richieste capacità progettuali e operative.

Il Corso di Studio (CdS) è strutturato secondo il seguente schema:

  1. Corsi obbligatori comuni (30 CFU): hanno lo scopo di consolidare e arricchire le basi matematiche e culturali comuni acquisite nell’ambito della Laurea Triennale in fisica teorica, fisica della materia e fisica nucleare e subnucleare.
  2. Laboratorio specialistico (12 CFU): viene svolto in un laboratorio di ricerca avanzato a scelta dello studente in uno dei seguenti ambiti: astrofisica, fisica della materia, fisica nucleare e subnucleare, geofisica, nanotecnologie.
  3. Corsi opzionali da elenco (24 CFU): vengono scelti dagli studenti da una tabella di 20 insegnamenti offerti dall’area di Fisica e caratterizzano il percorso specialistico dello studente.
  4. Corsi a scelta libera (12 CFU): possono essere scelti nella stessa tabella dei corsi opzionali oppure in tutta l’offerta di Ateneo, purché coerenti con gli obiettivi formativi del CdS.
  5. Inglese (6 CFU): viene richiesto il raggiungimento del livello B2, fondamentale per la comprensione della letteratura scientifica nonché per la comunicazione orale.
  6. Tirocinio (6 CFU): viene svolto in aziende o enti esterni con i quali sia stata stipulata apposita convenzione; vengono riconosciute come tirocinio anche tutte le attività di studio o di laboratorio connesse al lavoro di tesi, purché svolte presso istituzioni estere.
  7. Tesi e prova finale (30 CFU): consiste nella stesura e discussione, in seduta pubblica dinanzi ad apposita commissione, di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un docente relatore, e rappresenta il primo passo verso il mondo della ricerca scientifica.

Informazioni più dettagliate sul piano di studi del CdS sono reperibili al seguente link.

Ogni studente può elaborare un percorso formativo personalizzato, utilizzando l’ampia libertà messa a disposizione dall’ordinamento del CdS nella scelta degli insegnamenti da inserire nel proprio percorso di studio. Il Consiglio Didattico ha individuato 7 percorsi “tipo” nei seguenti settori:

  • Astrofisica
  • Fisica sperimentale delle alte energie
  • Fisica teorica della materia
  • Fisica teorica delle interazioni fondamentali
  • Geofisica
  • Materiali, dispositivi innovativi e nanotecnologie
  • Meccanica statistica, complessità e applicazioni interdisciplinari

I dettagli dei percorsi proposti, che rispecchiano le tematiche di ricerca svolte presso il Dipartimento di Fisica “E.R. Caianiello”, sono forniti nel libretto informativo reperibile al link sottostante. Tutti i docenti operano nell’ambito di progetti e network internazionali, in associazione con enti di ricerca come INFN, INGV, CNR. In particolare, all’interno del Dipartimento suddetto opera un’unità del Centro Nazionale delle Ricerche.

Lo studente interessato a una carriera basata sullo svolgimento di attività di ricerca può proseguire i suoi studi nell’ambito del Dottorato di Ricerca, per il quale l’Università di Salerno è sede accreditata.