Presentazione del Corso

Management del Welfare Territoriale Presentazione del Corso

Master in Management del welfare territoriale (MWT)

Esperto in sviluppo territoriale inclusivo, cooperazione, analisi multidimensionale, programmazione, progettazione partecipata, gestione di interventi innovativi e sostenibili, valutazione di impatto sociale

Presentazione e confronto con gli interessati: giovedì 10 dicembre 2020 - ore 18:00 su piattaforma Zoom (clicca per partecipare)


Per l'Anno Accademico 2020/2021 tutte le attività formative (corsi e laboratori) saranno erogate on-line


Il progetto

Il master in “Management del welfare territoriale” è il risultato di un progetto collettivo caratterizzato da un lungo e approfondito processo di ricerca e di confronto tra l’OPS UNISA (www.osservatoriopolitichesociali.unisa.it) e molte realtà significative nel campo del welfare nazionale, regionale e locale.

Il confronto tra i partner ha fatto emergere la consapevolezza che il continuo mutamento delle condizioni sociali, politico-economiche e normative, sia su base nazionale che internazionale, richiedono un lavoro di rete e un costante adeguamento dei sistemi locali, attraverso l’individuazione e l’utilizzo di risorse orientate allo sviluppo sociale del territorio e al benessere delle persone.

Occorrono nuovi strumenti interpretativi e tecnologie per comprendere a fondo i bisogni delle comunità ma anche nuove competenze per promuovere strategie di open innovation e di co-progettazione con gli stakeholder e gli assetholder per definire nuove azioni quanto più rispondenti ai bisogni della cittadinanza e alle richieste di sostenibilità, sociale, ambientale ed economica.

Pertanto, i welfare manager dovranno assumere un ruolo sempre più specifico di leader di promozione e di governo del territorio che consenta loro di combinare mezzi e fini in modo efficace ed efficiente, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle persone, valorizzando le loro diversità.

Comitato scientifico: Sabato Aliberti, Massimo Del Forno, Paola De Roberto, Porfidio Monda, Patrizia Stasi, Rossella Trapanese.

Direttrice Master: Rossella Trapanese

Per maggiori informazioni inviare un’e-mail all’indirizzo rtrapanese@unisa.it.

Scarica il bando della 3ª edizione a.a.2020/21.


Obiettivi

Il Master si colloca in un percorso di alta formazione e intende perseguire i seguenti obiettivi:

  • promuovere le conoscenze teoriche, le competenze tecniche e metodologiche per l’analisi e l’interpretazione dei bisogni, la valorizzazione del territorio, il management dei processi decisionali e la valutazione di impatto delle azioni/interventi implementati;
  • consolidare le basi culturali e i linguaggi comuni per programmare e realizzare azioni integrate di welfare locale, favorendo lo sviluppo di una cultura di rete tra gli attori dei sistemi locali della formazione, del lavoro, dei servizi sociali, dell’associazionismo e della cooperazione sociale, volti a generare percorsi di co-progettazione innovativa e sostenibile;
  • fornire indicazioni metodologiche, organizzative e strumenti normativi per impostare la programmazione e la co-progettazione sociale nel proprio contesto territoriale, coniugando e valorizzando le diverse risorse culturali, professionali ed economiche e istaurando una collaborazione sussidiaria tra ente pubblico e privato sociale, anche attraverso convenzioni, piani sociali, processi di esternalizzazione dei servizi, ecc.;
  • formulare e coordinare progetti per i servizi alla persona, acquisendo competenze trasversali di tipo relazionali, organizzative, gestionale e comunicative.

Il professionista che si vuole formare ambisce a diventare una figura di supporto della sostenibilità territoriale, che non può più fondarsi esclusivamente sulla gestione finanziaria delle risorse trasferite dal governo centrale o dagli enti territoriali. Egli deve anche promuovere una cultura civile e solidale volta a incrementare l’autonomia, la responsabilità sociale e la cooperazione tra le persone, siano esse amministratori, professionisti o semplici cittadini, favorendo lo sviluppo dal basso di un’economia sociale consapevole e produttiva.


Metodologie didattiche utilizzate

Le metodologie didattiche terranno conto della coniugazione teoria/empiria/prassi, pertanto la didattica si articolerà secondo la seguente modalità:

  • lezioni frontali con docenti e seminari con operatori sociali che saranno affiancati da laboratori per le esercitazioni e l’utilizzo di strumenti tecnici di analisi, progettazione e valutazione;
  • lezioni e tutorato on line, supportate dai laboratori/piattaforme informatiche per la didattica a distanza.

Inoltre, sarà garantita un’attività costante di tutorato e colloqui mensili al fine di supportare ogni partecipanti nel percorso formativo e nella definizione del progetto di lavoro finale.

L’apprendimento teorico-pratico in aula verrà integrato da uno stage di 500 ore, che partirà a marzo 2021. I partecipanti potranno scegliere tra i diversi enti accreditati dove svolgere il proprio percorso di tirocinio. L'Osservatorio politiche sociali (OPS) ha numerosi contatti con amministrazioni territoriali: ambiti territoriali, Amministrazioni Comunali, Provinciali e Regionale, enti di Terzo settore, che svolgono attività sociale nei territori delle diverse province campane, ma anche contatti con enti nazionali, come nel caso di Percorsi di Secondo welfare (www.secondowelfare.it).

Ai partecipanti che lavorano nel campo dei servizi alla persona o dello sviluppo territoriale verranno riconosciute 300 ore di stage. Pertanto, dovranno svolgere solo 200 ore.


Attività formativa

Il percorso è strutturato in 6 macro aree, suddivise in 22 moduli formativi, a cui si aggiungo 50 ore di seminari sulla progettazione sociale innovativa e sostenibile, erogate dai partner del master.

Di seguito viene proposto il percorso formativo in dettaglio che si terrà in modalità on line nei due pomeriggi (14:00-19:00) di giovedì e venerdì a partire da gennaio fino a settembre 2021.


1ª Area - Il welfare: le fonti teoriche, culturali e del diritto

Moduli formativi:

1. Principi e valori del welfare (10 ore)
2. Forme di inclusione e coesione sociale in Europa (10 ore)
3. Governance dei sistemi territoriali (10 ore)
4. Innovazione e sostenibilità sociale (20 ore)
5. Legislazione sociale (20 ore)


2ª Area - Gestione dei servizi sociali

Moduli formativi:

6. Le forme associative di gestione (20 ore)
7. La qualità nei servizi sociali (20 ore)
8. Le procedure di esternalizzazione (10 ore)


3ª Area - Enti di Terzo settore e sviluppo territoriale

Moduli formativi:

  9. ETS: aspetti giuridico-normativo (10 ore)
10. Mercato del lavoro e Terzo settore (10 ore)
11. Economia sociale e sviluppo locale (10 ore)
12. Le fonti di finanziamento (10 ore)
13. Management delle relazioni (10 ore)


4ª Area Programmazione e progettazione partecipata

Moduli formativi:

14. I bisogni e il territorio: strumenti di analisi multidimensionale (20 ore)
15. Consultazione banche dati e costruzione degli indicatori sociali - open data - (20 ore)
16. Misure di disuguaglianza e disagio economico (10 ore)
17. Principali strumenti di programmazione e co-progettazione sociale (20 ore)


5ª Area - Valutazione dei processi sociali

Moduli formativi:

18. Approcci teorici alla valutazione (10 ore)
19. Principali strumenti di monitoraggio e valutazione (20 ore)
20. Valutazione dell'impatto sociale (20 ore)


6ª Area - Efficacia ed efficienza della comunicazione

Moduli formativi:

21. Comunicazione sociale per enti e reti di welfare locale (10 ore)
22. Progettazione di un piano di comunicazione sociale (10 ore)


Docenti interni UNISA: Felice Addeo, Sabato Aliberti, Davide Bubbico, Massimo Del Forno, Paolo Diana, Roberto Iorio, Massimo Pendenza, Rossella Trapanese, Dario Verderame, Prosperina Maria Vitale. A tali docenti verranno affiancati per la metà dei corsi esperti esterni. Inoltre, verranno svolti seminari specifici nelle sedi dei partner di progetto.


Contenuti dei singoli moduli

Calendario didattico Master Management del welfare territoriale 3a annualità a.a.2020/2021


Destinatari

Il Master è rivolto sia a chi già lavora nel settore del welfare, della cooperazione sociale, dei servizi alla persona e alla comunità, dello sviluppo territoriale (amministratore, coordinatore e responsabile di aree, così come indicato dalla legge n. 328/00, responsabile di cooperative, di associazioni o di enti di Terzo settore, ecc.) che vuole ampliare e/o aggiornare le proprie conoscenze e competenze, sia ai neo laureati che vogliono intraprendere un percorso formativo più specifico, che siano in entrambi i casi motivati a ricoprire un ruolo attivo nei processi di cambiamento innovativo e sostenibile dei territori, culturalmente interessati a realizzare il passaggio dall’ideologia del partecipare al partecipare per obiettivi e pratiche, coinvolgendo la comunità e il territorio.


Sbocchi professionali

Il Master in “Management del welfare territoriale” ha come sbocchi occupazionali:

- Organismi pubblici con finalità istituzionali relative alla programmazione, gestione e valutazione delle attività nel campo delle politiche di sviluppo territoriale e di politiche sociali e socio-assistenziali;

- Imprese sociali che operano nell’ambito dei settori della progettazione, organizzazione e gestione di una gamma di servizi alla persona sempre più complessi (gestione asili nido, assistenza anziani e alle persone con disabilità, case famiglia, centri di accoglienza, rapporti con la PA, implementazione di reti sociali tra i diversi attori dei sistemi locali, ecc.);

- Altri enti di Terzo settore tra cui consorzi, reti territoriali, fondazioni, associazioni, ecc.

Inoltre, i partecipanti, qualora volessero costituire una propria organizzazione di cooperazione sociale (impresa sociale), saranno sostenuti da esperti del settore.


Durata, organizzazione, costo e numero dei partecipanti

1 anno (gennaio 2021 – ottobre 2021)

Progetto generale di articolazione delle attività formative

ORE

CFU

DIDATTICA FRONTALE E ON LINE, LABORATORI E SEMINARI

360

36

STUDIO INDIVIDUALE E GUIDATO ANCHE ON LINE

360

6

TIROCINIO/STAGE

500

10

ELABORAZIONE PROGETTO E PROVA FINALE

280

8

TOTALE

1500

60

Il costo del master è di 1500 euro (da versare in tre rate), ma i partecipanti potranno partecipare all'attribuzione di borse di studio finanziate dagli enti partner. La prima rata va comunque pagata all'atto di immatricolazione.

Inoltre, l'ONMIC metterà a disposizione dei partecipanti fuori-sede 4 alloggi ad uso gratuito.

I laureati in condizione di invalidità superiore al 66% non pagano il costo del master, ma solo la tassa regionale che varia in base al reddito (da 120 a 160 euro).


Numero dei partecipanti

Minimo 16, Massimo 40.