BIOLOGIA

Biologia BIOLOGIA

StrutturaDIPARTIMENTO DI CHIMICA E BIOLOGIA "ADOLFO ZAMBELLI"
Anno Accademico2022/2023
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-6 - Classe delle lauree magistrali in Biologia

La laurea magistrale in Biologia prosegue e completa il processo di formazione intrapreso dallo studente con la laurea di primo livello in Scienze Biologiche. L'obiettivo del CdS istituito presso l'Ateneo salernitano è la formazione di laureati esperti nel campo della biologia molecolare e applicata al settore sanitario. Nel secondo anno del corso di laurea la preparazione teorica dello studente è affiancata da una significativa esperienza di lavoro sperimentale in laboratorio, focalizzata allo svolgimento della tesi, per l'acquisizione degli strumenti culturali e della capacità di analisi critica necessari allo svolgimento di attività di ricerca e di progettazione.

Il quadro del potenziale mercato del lavoro dei laureati magistrali in Biologia prevede attività di promozione e sviluppo dell'innovazione scientifica e tecnologica, nonché di gestione e progettazione delle tecnologie; attività professionali in istituti di ricerca, pubblici e privati, nei settori dell'industria, della sanità e della pubblica amministrazione, in ambiti correlati alla tutela degli organismi animali e vegetali, dei microrganismi, della biodiversità, dell'ambiente. Inoltre, al fine di un'eventuale prosecuzione di studi universitari, la laurea magistrale costituisce titolo valido per l'accesso a numerosi Dottorati di ricerca, Scuole di Specializzazione e Master universitari di secondo livello, presso l'Università degli Studi di Salerno o presso altre Università.

La laurea magistrale in Biologia è stata attivata nell'Ateneo salernitano nell'anno accademico 2009-2010 in conformità all'ordinamento ex D.M. 270. A partire dall'anno accademico 2013/14 il CdS è stato modificato in conformità al D.M. 47/2013.

Per quanto riguarda le risorse, gli studenti del CdS hanno a disposizione, all'interno del campus di Fisciano, oltre alle aule nelle quali si svolgono le lezioni frontali e i laboratori didattici per le esercitazioni, anche sale studio presenti nel Dipartimento di riferimento (Dipartimento di Chimica e Biologia) e nella Biblioteca del polo scientifico. Nel campus di Fisciano sono inoltre presenti mense, attrezzature sportive, teatri, sale conferenze accessibili agli studenti, e alloggi per ospitare gli studenti fuori sede.

Le conoscenze richieste per l'accesso al corso di Laurea magistrale in Biologia sono quelle acquisibili con una laurea di primo livello in Scienze Biologiche. Non è attualmente prevista l'istituzione di un numero programmato di studenti, ma per coloro che avessero conseguito una laurea triennale o quinquennale di altre classi affini, o coloro che siano in possesso di altri titoli di studio, riconosciuti idonei, conseguiti in Italia o all'estero, è prevista una verifica con lo scopo di valutare il possesso dei requisiti curriculari propedeutici alle discipline del corso di laurea magistrale.

Per frequentare proficuamente il corso di laurea magistrale in Biologia è necessario avere acquisito conoscenze di base nel campo della biologia generale, della botanica, della zoologia, della microbiologia, della biochimica, della fisiologia, della biologia cellulare, della genetica e dell'ecologia, come pure conoscenze di base di matematica, di fisica e di chimica generale e organica. Il corso di studi ha una durata di 2 anni per un totale di 120 CFU da conseguire ed è articolato in un unico curriculum. Le attività didattiche sono organizzate in semestri (I semestre: ottobre-febbraio; II semestre: marzo-luglio). Tra le attività formative è previsto un tirocinio finalizzato allo svolgimento di un progetto di tesi sperimentale. Tali progetti di tesi possono essere svolti nei numerosi laboratori di ricerca presenti sia nel Dipartimento di Chimica e Biologia, sia in altri Dipartimenti dell'Università di Salerno o in Enti/aziende esterni. Il Tirocinio è organizzato, dal punto di vista burocratico, dall'Ufficio Didattica del Dipartimento di riferimento. Gli studenti hanno altresì la possibilità di partecipare a Programmi Internazionali Erasmus. Dopo la laurea magistrale è possibile essere ammessi a corsi di Dottorato di Ricerca, Specializzazione o Master. Nel Dipartimento di Chimica e Biologia è attivo dal 2019 un corso di Dottorato in Scienze Chimiche, Biologiche e Ambientali in cui è presente un curriculum dedicato alle tematiche biologiche e ambientali.

Biologo

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato magistrale in Biologia, in base al DPR 328/01, può sostenere l'Esame di Stato per l'iscrizione all'albo A dell'Ordine Nazionale dei Biologi per l'esercizio della professione di biologo. Il corso prepara quindi per la professione di biologo, come normata dalla Legge 24 maggio 1967, n. 396 e dal D.P.R. 328 del 5 giugno 2001. Di conseguenza, il laureato magistrale può svolgere attività professionali e manageriali, riconosciute dalle normative vigenti come competenze di figure professionali specializzate nello studio delle scienze della vita, in tutti gli specifici campi di applicazione che richiedano il contributo di una figura di ampia formazione culturale e di più alto profilo professionale rispetto al laureato triennale in Scienze Biologiche

Il laureato magistrale in Biologia può svolgere in piena autonomia ruoli di elevata responsabilità che potranno riguardare:

•attività di ricerca e sperimentazione in ambito molecolare e cellulare applicata al campo biomedico con riferimento alla biologia applicata, biochimica, genetica, biologia molecolare, fisiologia e immunologia, applicando le conoscenze nel contesto dei processi biologici, a livello di organi, tessuti, sistemi cellulari umani e non, incrementando quindi la conoscenza scientifica in materia e applicandola in attività di ricerca e nelle sperimentazioni di laboratorio, o nella produzione di beni e servizi;

•analisi diagnostiche biomolecolari, nutrizionali, citologiche e genetiche nel settore sanitario, in ospedali e laboratori di analisi cliniche pubblici e privati;

•analisi bioinformatiche in attività di ricerca di base o applicata.

Altri possibili sbocchi professionali del Laureato magistrale sono nel campo dell’informazione medico-scientifica, di diffusione e divulgazione delle conoscenze acquisite in ambito tecnico-scientifico e nel campo dell’insegnamento nelle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato magistrale in Biologia possiede, oltre ad una solida preparazione culturale nella biologia di base e applicata, competenze avanzate per lo studio delle varie problematiche biologiche, con particolare riferimento a competenze concettuali ed operative per le indagini biochimiche, biologico molecolari, genetiche e fisiopatologiche in campo biomedico e per le indagini bioinformatiche e delle scienze omiche. Inoltre, possiede competenze di tipo manageriale per la gestione di servizi in ambiti biologico-sanitari.

Ulteriori competenze saranno relative a:

•conoscenza di almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre all’italiano, nell’ambito specifico di competenza;

•adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell’informazione;

•capacità di operare in ambito lavorativo in gruppo, in autonomia e di avere capacità di inserimento negli ambienti di lavoro;

•possesso di strumenti conoscitivi di base per l’aggiornamento continuo delle proprie conoscenze.

Sbocchi Professionali

Il laureato magistrale in Biologia può occupare posizioni di responsabilità e manageriali nella ricerca di base e applicata in istituzioni di ricerca pubbliche o private con particolare riferimento al campo biomedico e bioinformatico, come libero professionista nel campo delle scienze della vita (previa iscrizione all'Ordine Nazionale dei Biologi), in attività di promozione e innovazione scientifica e tecnologica, nonché di gestione e progettazione delle tecnologie, in attività di gestione di laboratori di analisi cliniche e diagnostici, nel marketing di reagenti, prodotti per laboratorio e strumentazioni scientifiche, in ditte farmaceutiche in qualità di informatore medico farmaceutico. Infine, il laureato che avrà crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di settori, potrà, come previsto dalla legislazione vigente, partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l'insegnamento secondario.

Biologi e professioni assimilate2.3.1.1.1
Biochimici2.3.1.1.2
Biofisici2.3.1.1.3
Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze biologiche2.6.2.2.1
Ivana CAPUTO
Elizabeth Anne ILLINGWORTH
Lilla' LIONETTI
Anna MARABOTTI
Consiglia TEDESCO
Pia RAGNO
Anna MARABOTTI
Ivana CAPUTO
Stefania MARZOCCO
Roberto TAGLIAFERRI
Elizabeth Anne ILLINGWORTH
Margherita DE ROSA
Consiglia TEDESCO
Angelo FACCHIANO
Lilla' LIONETTI
Luca CARRUBBO
Daniela GUARNIERI
Jasmine CENTOMANI
MIRIAM SANTORIELLO
Rosalba PRISCO
Fonte AVA-SUA